Questo sito contribuisce all'audience di

Serie D - De Paola vara un Piacenza con due novità

Piacenza che inizia a guardare con oggettivo interesse la classifica a due turni dal termine della stagione regolare. Attualmente i biancorossi sono artefici del proprio futuro, nel senso che con due vittorie contro Fidenza ed Este chiuderebbero...

Luciano De Paola-18
Piacenza che inizia a guardare con oggettivo interesse la classifica a due turni dal termine della stagione regolare. Attualmente i biancorossi sono artefici del proprio futuro, nel senso che con due vittorie contro Fidenza ed Este chiuderebbero comunque nella prima posizione buona per i playoff assicurandosi di fatto l'accesso al terzo turno e la certezza di giocare la finale del proprio girone in casa. Per farlo però servono due vittorie, a partire da domenica (ore 15), quando allo stadio Garilli arriverà un Fidenza che si gioca le ultime carte per una miracolosa salvezza diretta e già questo è più che sufficiente per non sottovalutare lo spirito con cui gli avversari arrivano a Piacenza.
De Paola ha dei problemi di formazione: Ruffini e Girometta sono out per problemi muscolari mentre Lisi e Tarantino sono squalificati.

NOVITA' - Le defezioni costringono il tecnico a una mezza rivoluzione, le scelte più probabili sono Montanari esterno basso a destra in difesa con Cigognini a sinistra; l'obiettivo è quello di lasciare campo aperto a Montanari e comporre una difesa tre con Colicchio, Di Maio e Cigognini. L'altra grande novità è Saber in attacco a completare il reparto con Volpe a destra e Bertazzoli nel mezzo.

DE PAOLA - «Ho scelto Montanari in quella posizione - spiega il tecnico alla vigilia - perché mi dà più garanzie tattiche rispetto a Saber, che preferisco utilizzare al posto di Lisi, ma il concetto rimane sempre lo stesso: sfruttare al meglio la catena di destra perché è lì che siamo in grado di fare la differenza. Contro il Fidenza non mi aspetto una partita semplice, come del resto non lo era il derby di Fiorenzuola, ma ho detto con la squadra che siamo artefici del nostro futuro, dipende solo da noi posizionarsi al meglio in vista dei playoff».

FUTURO - «Ho parlato già un paio di volte con la proprietà - chiude De Paola - e come ho già detto in altre occasioni il mio sogno è riportare il Piacenza nei professionisti quindi sì, mi piacerebbe rimanere perché mi trovo bene. L'ossatura trovata in questi quattro mesi è eccellente, il telaio è vincente con quattro o cinque innesti di qualità. Lo dicono i numeri: siamo di gran lunga il peggiore attacco nella zona di alta classifica ma siamo lì dietro alla Correggese, questo vuol dire che c'è una grande organizzazione di gioco dove segnano più giocatori e tutti sanno quel che devono fare».

SOCIALE - Prima della conferenza stampa c'è stato il tempo di presentare le iniziative sociali del club, questa volta firmate dalle "donne biancorosse". A parlare Lidia Fummi, insieme alla segretaria Simona Migliorini e a Isabella Martini dell'Area Marketing. «Il mese scorso tramite una cena abbiamo raccolto fondi per la Caritas e anche quest'anno aiuteremo i ragazzi del Madagascar donandogli palloni e magliette del Piacenza per poter giocare, tra l'altro ho saputo che hanno vinto il loro campionato. Per quanto riguarda la Placentia Marathon (che si corre domenica 3 maggio) parteciperanno alla camminata non competitiva "Donne in campo con Armonia" mentre colgo l'occasione per ringraziare il club, uno dei pochissimi in Italia che mette a disposizione delle donne un settore della Tribuna Centrale.

Probabile formazione Piacenza (4-3-3) - Di Graci ('94); Montanari, Colicchio, Di Maio, Cigognini ('98); Orlandi, Corso ('95), Mauri; Volpe, Bertazzoli, Saber ('95).
Leggi qui il programma completo della 37esima giornata di Serie D Girone D e la classifica aggiornata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Terminate le videoconferenze con le società di calcio dilettantistico: fino al 3 dicembre impossibile prendere decisioni

  • Un Piacenza decimato dal Covid ha ripreso gli allenamenti, difficile che venga rinviata la gara con la Giana Erminio

  • Il Bertocchi diventa un campo all'inglese: erba artificiale, tribuna ampliata e coperta

  • Miozzo (Cts): «Palestre, piscine e centri sportivi non riapriranno per Natale»

  • Piacenza, cinque nuovi positivi. Il dg Scianò: «Situazione difficile, ci prendiamo 48-72 ore prima di decidere»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento