menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Serie C - Un Piacenza guardingo e poco brillante strappa un punto sul campo del Novara

Termina 0-0 tra biancorossi e piemontesi con gli emiliani che negli ultimi 20' non spingono nonostante la superiorità numerica (espulso Schiavi). Secondo pareggio consecutivo ma questa volta con qualche rimpianto in più rispetto a Pisa

Il Piacenza torna da Novara con un punto, un mezzo sorriso e qualche rammarico. Finisce senza reti una partita non bellissima, dove la squadra di Viali ha avuto le occasioni migliori proprio nel finale, trovando però sulla sua strada i riflessi e i guantoni di Fumagalli. I ragazzi di Franzini a venti minuti dalla fine si sono trovati in superiorità numerica per l’espulsione di Schiavi, che prende due gialli in altrettanti minuti, ma non hanno osato abbastanza per trovare il colpo da tre punti. Il pari non basta per arginare la fuga della Pro Vercelli, vittoriosa a Carrara, e per sfruttare il mezzo passo falso dell’Arezzo che si è fatto rimontare tre gol dal Siena. Di positivo, però, ci sono il secondo posto solitario e il quarto risultato utile consecutivo, con un’altra trasferta da bollino rosso dalla quale il Piacenza esce indenne. Bene anche la difesa, che ha saputo imbavagliare un tris di pericoli pubblici come Cacia, Gonzalez ed Eusepi. Sul piano della prestazione, invece, se da una parte c’è stato un progresso rispetto alla gara con il Pisa, dall’altra continuano le difficoltà a trovare la via del gol contro avversari strutturati. Domenica si torna al Garilli contro l’Albissola, un’occasione da sfruttare per tornare alla vittoria e rimanere agganciati al trenino di vetta, dove la Pro Vercelli va mille all’ora e l’Entella, con ancora diverse partite da recuperare, sta risalendo alla velocità della luce. 

Franzini recupera in extremis Nicco, che infatti gioca dal primo minuto. Sulla corsia bassa, a destra, c’è l’esordio di Corsinelli. Davanti il tridente è composto da Terrani, Ferrari e Sestu. Perez, l’ultimo arrivato, parte dalla panchina insieme a Di Molfetta. Di fronte c’è un Novara attardato in classifica, ma con giocatori che fanno paura: in attacco ci sono Cacia, autore di una doppietta all’andata, Eusepi e Perrulli. E sulla loro panchina i piemontesi possono prendersi il lusso di far sedere un certo Gonzalez, un attaccante che giocherebbe titolare in qualsiasi squadra di serie C. Per di più, la squadra di Viali non perde da 13 partite dopo un avvio di campionato zoppicante. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento