rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Piacenza Calcio

Serie C - Il Piacenza scivola ancora nel finale, la Pistoiese mette la freccia del 2-1 al 92'

Brutta partita dei biancorossi che rischiano di crollare più volte ma nel finale riacciuffano il risultato con il rigore di Miceli. Nei minuti di recupero arriva la rete beffa dei toscani. Mercoledì al Garilli arriva l'Olbia

Il Piacenza deve fare i conti con una nuova doccia gelata nel recupero. Stavolta il giustiziere è Chinellato, che segna di testa sugli sviluppi di un calcio di punizione. Vanificata, dunque, la prima rete da professionista di Miceli che una manciata di minuti prima aveva segnato su rigore. Un pareggio insperato, da difendere a ogni costo per chi si deve salvare, e maturato in modo un po’ casuale. Anche stavolta, però, la squadra è tornata a casa a mani vuote. Ma se dopo la gara con il Pontedera (dove il Piacenza perse sempre nel recupero) la sensazione era quella di una sconfitta ingiusta, il post partita del Melani di Pistoia lascia un retrogusto più amaro perché agli zero punti si aggiunge una prestazione da archiviare il prima possibile.

VALIANI SEMINA IL PANICO. Nel primo tempo, infatti, gli arancioni di Frustalupi hanno fatto decisamente meglio degli avversari, chiudendo i primi 45’ con l’unico demerito di essere avanti con il solo gol, seppur bellissimo, di Valiani (il centrocampista, a 39 anni suonati, fa vedere ancora cose d’alta scuola). Da non credere ai propri occhi il gol che si è divorato Tempesti, riuscito nel difficile compito di alzare sopra alla traversa il più facile dei tap in a porta vuota. E nella ripresa, sebbene il Piacenza salga di tono con i cambi, l’occasione più clamorosa è quella sciupata da Cesarini che stampa sul palo il suo piatto destro di fronte a Vettorel.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie C - Il Piacenza scivola ancora nel finale, la Pistoiese mette la freccia del 2-1 al 92'

SportPiacenza è in caricamento