rotate-mobile
Venerdì, 7 Ottobre 2022
Piacenza Calcio

Scianò: «Siamo custodi del Piacenza in attesa che cambi qualcosa». In regia arriva Palazzolo, Corbari andrà all'Entella

«Stiamo facendo dei miracoli. Giocheremo con 4/5 under, i giovani arrivano per dare patrimonio a una società che non ha mezza virgola fuori posto. Se vogliamo però essere ambiziosi servono capitali freschi e al momento non abbiamo ricevuto alcuna risposta». Rossi destinato a partire?

banner_web_abbonamenti-2«Cerchiamo da tempo investitori, acquirenti o partner, ma non è un novità. Lo sapevate già. Nell’ultimo anno non è cambiato nulla, dalla provincia e dalla città non abbiamo avuto risposte concrete e reali, non si registrano passi avanti su questo argomento». E poi: «Non siamo altro che dei custodi, cerchiamo di tenere una squadra in modo più che dignitoso in Serie C, abbiamo inserito quest’anno molti giovani che vanno ad aumentare il patrimonio del club, proviamo a proporre calcio e idee, lanciare dei ragazzi e non c’è mezzo euro fuori posto. Abbiamo raccolto con entusiasmo questa sfida nel 2020 nel post lockdown e la stiamo portando avanti con grandi sforzi e sacrifici. Se vogliamo qualcosa di più ambizioso serve un impegno diverso e forze nuove, però, ripeto, su questo fronte non abbiamo novità».

Parla chiaro il direttore sportivo e generale Marco Scianò, a margine della conferenza stampa di presentazione della campagna abbonamenti 2022/2023. Tradotto: il Piacenza è in attesa di linfa nuova, capitali freschi se vuole aspirare a fare un reale e concreto passo in avanti altrimenti, a oggi, questo è il massimo che si può fare. «Abbiamo un budget inferiore a molte società che ci sono arrivate dietro in classifica - precisa Scianò - e abbiamo una società perfetta sotto tutti i punti di vista. Dopodiché lo sapete, se vogliamo lottare per vincere il campionato serve un impegno diverso e non possiamo fare altro che cercarlo e, nel frattempo, mantenere il club su determinati standard economici. Ricordatevi sempre che la Serie C è un campionato in perdita. Il presidente non parla? Semplicemente siamo una società che preferisce i fatti ai proclami e alle parole».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scianò: «Siamo custodi del Piacenza in attesa che cambi qualcosa». In regia arriva Palazzolo, Corbari andrà all'Entella

SportPiacenza è in caricamento