menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scianò e Pighi: «Cacia non è convocato contro il Carpi». Franzini non può parlare dell'esclusione

Direttore generale e vicepresidente leggono un comunicato stringato: «E' fuori per scelta societaria» chiaramente dopo la vicenda di mercoledì sera. Il tecnico: «Ci aspetta una partita difficile, la rosa è profonda e posso scegliere». Confermato il 3-5-2

Franzini fa buon viso a cattivo gioco, non può parlare dell’argomento ma si capisce che la situazione non gli faccia piacere, perdere Cacia dopo averlo ritrovato e prima di un big match non è il massimo, ma tant’è. Sabato c’è un banco di prova importante, al Garilli (ore 20.45) arriva il Carpi, una delle tante favorite del Girone. Sarà l’occasione per capire meglio se esistono gerarchie precise o se Franzini proseguirà nell’utilizzare in modo fluido e a rotazione quasi tutti gli elementi della rosa.
I numeri non mentono: nelle prime sei partite di campionato il tecnico ha cambiato modulo passando dalla difesa a quattro a quella a tre uomini nelle ultime gare con Fermana, Cesena e Ravenna. Il terzetto Della Latta, Milesi, Pergreffi non è più cambiato, però gli interpreti hanno sempre girato. In sei gare non è mai stata presentata due volte consecutive la stessa formazione, segnale di come la rosa in effetti regali diverse opzioni ma anche di come il Piacenza non abbia una sua fisionomia precisa.
«Questa è una settimana particolare con tre gare in sette giorni - spiega il tecnico - quindi dobbiamo fare turnover per forza, anche il Carpi a Reggio Emilia, in casa della squadra più in salute del momento, ha cambiato numerosi giocatori. E’ certamente un big match, loro hanno digerito bene la retrocessione e sono partiti subito forte, staranno lì in alto fino alla fine insieme a tutte le favorite. Noi stiamo bene - dice sorridendo - abbiamo avuto risposte importanti a Cesena e con il Ravenna ma dobbiamo ancora migliorare sotto tanti aspetti. Sestu? L’ho provato spesso come seconda punta tuttavia nelle ultime settimane mi piaceva molto come quinto di centrocampo, chiaramente con qualità differenti da Zappella, però in quel ruolo può fare bene». Tranne Cacia gli altri giocatori ci sono tutti: «La rosa è tutta a disposizione». Oggi non c’è molta voglia di parlare.

Probabile formazione Piacenza 3-5-2 - Del Favero, Della Latta, Milesi, Pergreffi; Zappella, Nicco, Marotta, Corradi, Imperiale; Sylla, Paponi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento