Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Verso la Samb: Paponi è un killer, Sestu è imprevedibile e Marotta dà equilibrio

I biancorossi sono usciti dalla vittoria contro il Carpi con nuove certezze: un gioco in crescita, una forma atletica in netto miglioramento e la sensazione di essere un gruppo molto unito

Nuova Asx Tagliaferri-4Torniamo a parlare di calcio dopo una settimana esasperante, cercando di buttarsi alle spalle il “caso Cacia”, i fatti di sabato sera e le conseguenti dimissioni del presidente Marco Gatti che ha lasciato la carica al vice Roberto Pighi.
In tutto questo il Piacenza ha preparato, vinto e convinto nel big match contro il Carpi centrando il terzo risultato utile consecutivo e rilanciandosi in classifica: davanti comanda il Padova finora imbattuto con 19 punti, dietro ci sono Reggiana e Vicenza con 15, poi il Piacenza con 14, un trend in linea - ad esempio - con quello della passata stagione quando i punti erano 16 dopo 7 incontri.
Davanti ci sono due impegni da bollino rosso, Sambenedettese e poi altro scontro diretto interno con il Vicenza. San Benedetto del Tronto è un campo sempre difficile, la squadra di Montero ha solamente due lunghezze in meno degli emiliani e si presenta all’appuntamento dopo la robusta vittoria (0-2) a Ravenna.
Il Piacenza però è in un bel periodo, la gara contro il Carpi ha mostrato una squadra in costante crescita sul piano atletico e su quello del gioco, ammirevole la compattezza del gruppo e la sensazione di “squadra” messa in campo in particolare nella ripresa quando il Carpi ha spinto a pieno regime.

Piacenza-7

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’elemento che ha rimescolato le carte è stato Sestu, impiegato da seconda punta - ruolo che non ama e non ha ricoperto in precedenza con ottimi risultati - ha giocato una gara mostruosa per qualità, intensità, intelligenza e corsa. Proprio Sestu regala a Franzini una freccia in più: in un Piacenza a trazione anteriore può giocare quinto a destra nel centrocampo, in una formazione più accorta può fare da spalle a un attaccate nel 3-5-2.
Davanti sta bene il cannoniere Paponi (6 gol in 7 partite) uscito nella ripresa per una noia muscolare gli esami strumentali non hanno evidenziato nulla di particolare, visto il Piacenza contro il Carpi difficilmente Franzini di discosterà da quell’impianto quindi Cacia è destinato a partire dalla panchina. L’unico vero ballottaggio sarà in mezzo al campo con uno tra Corradi e Cattaneo a completare il reparto.
Elemento prezioso, infine, è Marotta: Franzini l’ha riproposto da play a Cesena al posto di Giandonato e non l’ha più tolto perché dà equilibrio e dinamismo alla mediana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Fontana chiude tutti i campionati della Lombardia. Il San Rocco però gioca, rimane in piedi la Serie D

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

  • Piacenza - Se ne va la "voce" che ci scaldava il cuore allo stadio, ci lascia il mitico Pio Bosini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento