Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Vent'anni fa ci lasciava Leonardo Garilli

«Non è che si sia trovato, come spesso si dice, tabula rasa; indubbiamente ci siam trovati con ben poco. La Serie A la dedico a tutti i mie concittadini, dicendo loro innanzitutto una cosa, nel bene come nel male: di essere contenti loro di essere...

Piacenza - Vent'anni fa ci lasciava Leonardo Garilli - 1
«Non è che si sia trovato, come spesso si dice, tabula rasa; indubbiamente ci siam trovati con ben poco. La Serie A la dedico a tutti i mie concittadini, dicendo loro innanzitutto una cosa, nel bene come nel male: di essere contenti loro di essere piacentini».
Così l’ingegnere Leonardo Garilli commentava la promozione del Piacenza nel 1993 e oggi, 30 dicembre, è l’anniversario della sua scomparsa avvenuta nel 1996.
“Morto Garilli”, “Piacenza all’improvviso nel dolore” titolava vent’anni fa il quotidiano Libertà che annunciava la morte improvvisa di una persona amata da tutti i piacentini e, forse, una della figure più importanti della storia di questa città. Fu una gravissima perdita per il mondo dello sport in generale e per l’imprenditoria, una notizia tragica perché l’Ingegnere (voleva essere chiamato così, e non presidente) rimase vittima di un infarto negli studi a Milano della Camuzzi qualche giorno prima di compiere 74 anni.



Sicuramente è stato il più grande imprenditore di Piacenza, a capo di un impero economico, la Camuzzi, che poteva contare oltre 1000 dipendenti, 800 chilometri di tubature per il gas solo in Italia, interessi in Germania e in Inghilterra nel settore idrico, gli affari in Argentina e in gran parte dell’America del Sud. Oltre 1200 miliardi di lire di fatturato per un’azienda vero e proprio fiore all’occhiello dell’Italia.



E poi c’era la versione sportiva, 14 anni al timone del Piacenza rilevato una calda sera di luglio nel 1983 in Serie C2 e la cavalcata che portò i biancorossi in Serie A, per la prima volta nella loro storia, nell’ormai lontano 1993. Sempre affiancato dai figli Fabrizio e Stefano, Leonardo Garilli è stato amato dalla città intera e da tutta la tifoseria biancorossa: precursore della politica del contenimento dei costi e fautore del Piacenza tutto italiano insieme al direttore sportivo Giampiero Marchetti e al tecnico Gigi Cagni.



Nel giorno del suo funerale in Piazza Cavalli una vasta folla riempì Piazza Duomo nonostante la nevicata. Brioschi, Conte, Taibi, Tentoni, Lucci, Moretti e Maccoppi portavano la bara, tutti gli altri stretti attorno in silenzio, con le bandiere e uno striscione srotolato dai tifosi: “Presidente non ti dimenticheremo mai”. Alla domenica il Piacenza vola a Cagliari e i suoi tifosi gli dedicano un altro bellissimo striscione “Ingegnere… pizzica anche Dio”, mentre poco prima di Piacenza-Roma arriva l’annuncio della dedica dello stadio, che da Galleana diventerà Stadio Leonardo Garilli. Vent’anni fa scomparve l’uomo più importante della storia del Piacenza Calcio e probabilmente della nostra città in assoluto.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Nuovo Dpcm, c'è l'incognita degli allenamenti nei Dilettanti. Nei professionisti tornano gli stadi chiusi

  • Calcio Dilettanti - Con il nuovo Dpcm allenamenti di squadra consentiti solo in forma individuale

  • Calcio Dilettanti - La Lombardia chiude tutto e si ripartirà da gennaio. L'Emilia Romagna pensa alla stessa soluzione

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Vigolo e Bobbiese: pari nel derby. Ziano e Gragnano in vetta

  • Lecco-Piacenza 2-4: un super Corradi lancia i biancorossi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento