menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piacenza - Torna Jacopo Segre. Franzini: «Dobbiamo migliorare ancora tanto». VIDEO

Esordio per Della Latta, Sarzi e Pederzoli. Nessuna novità, invece, sul fronte Corazza. Contro il Fiorenzuola, il Piacenza è parso ancora lontano dalla condizione migliore

E’ fatta per il ritorno di Jacopo Segre in prestito dal Torino, centrocampista già in forza alla squadra di Arnaldo Franzini la passata stagione. Con questo arrivo, si va a completare la batteria di centrocampisti. Il Piacenza ha proposto un rinnovo triennale a Pergreffi, con il quale si vorrebbe blindare il difensore, tentato dalle tante voci di mercato che lo vedono al centro delle attenzioni di squadre di Lega Pro. Intanto è arrivata l’ufficializzazione dell’affare Saber-Sarzi-Della Latta. L’ormai ex biancorosso andrà al Carpi, in cambio vanno al Piacenza Della Latta a titolo definitivo (contratto triennale), Sarzi (in prestito secco), un sostanzioso conguaglio economico (si parla di una cifra superiore ai 200mila euro incassati con Taugourdeau) e una percentuale del 10% su una eventuale prossima cessione di Saber. Sia Sarzi che Della Latta hanno esordito proprio nell’amichevole contro il Fiorenzuola, il primo è dovuto uscire a causa di una botta mentre il secondo ha giocato una buona gara: «Sarzi non ha potuto far vedere granché - commenta mister Arnaldo Franzini - perché è uscito dopo poco per la botta alla coscia, Della Latta già lo conoscevamo: si è inserito subito bene e mi ha fatto un’ottima impressione». All’appello manca ancora la punta, perché l’arrivo di Corazza pare slittare ulteriormente (manca l'accordo economico e ci sono perplessità sui tempi di recupero del giocatore dall'infortunio al crociato). Resta il fatto che ora il Piacenza ha in cassa un ottimo tesoretto e deve cambiare passo per assicurarsi un punta di valore, capace di trasformare una squadra discreta in una da vertice: «Non dobbiamo guardare questo - glissa Franzini - noi dobbiamo cercare di migliorare con i giocatori che abbiamo. Dobbiamo affinare l’intesa e diventare squadra con quelli che ci sono, poi quando la punta arriverà vedremo». Un Piacenza che sta facendo ancora fatica: «Dobbiamo migliorare sotto tutti i profili: sull’intesa, sulla condizione fisica, a livello di gioco. Sappiamo che a questo punto della preparazione c’è da soffrire e le amichevoli sono fatte apposta per migliorare». 

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento