Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Taugourdeau: «Che equilibrio in Lega Pro»

Anthony Taugourdeau è l’uomo del momento in casa Piacenza. Con la sua fine regia, i lanci fatti col compasso e la vena realizzativa più simile a quella di un bomber piuttosto che a quella di un centrocampista, il “francese”, come lo chiamano tutti...

Anthony Taugourdeau-7
Anthony Taugourdeau è l’uomo del momento in casa Piacenza. Con la sua fine regia, i lanci fatti col compasso e la vena realizzativa più simile a quella di un bomber piuttosto che a quella di un centrocampista, il “francese”, come lo chiamano tutti quelli che ancora faticano a pronunciare il suo cognome, sta entrando nei cuori di tutti i tifosi biancorossi. Se poi, com’è successo durante l’ultimo sacco dello Zini, segni una doppietta nel derby contro la Cremonese, allora l’asticella della tua popolarità arriva a toccare quella dell’eroe. Già prima, però, le prestazioni del centrocampista non erano passate inosservate alla dirigenza piacentina che dopo le titubanze della scorsa estate, si è decisa a correre ai ripari prolungando il contratto del suo gioiello: «Io provo sempre a far vedere a tutti quello che sono capace di fare, - ci racconta Anthony - dopo le prime partite sono stato chiamato dalla dirigenza per allungare di un altro il contratto e sono molto contento per questo. Se avessi fatto male non sarebbe mai successo. Inoltre, sono soddisfatto perché significa che c’è una progettualità: una società seria deve ragionare e pensare sull’arco di almeno 2-3 anni».

LA MAGIA DEL GRUPPO - E’ una frase della quale spesso si abusa. Però parlare di gruppo affiatato per il Piacenza non è retorica, ce lo conferma anche Taugourdeau, nonostante in molti siano partiti dopo la cavalcata dell’anno scorso: «Quelle rimaste sono tutte persone per bene, personaggi positivi che favoriscono l’inserimento dei nuovi. Inoltre, siamo stati fortunati ad aver assimilato elementi di buon spessore morale. E poi uomini come Matteassi e Cazzamalli, con il loro carisma e la carriera che hanno fatto, vestono indubbiamente il ruolo di leader in questo spogliatoio». Tanti addii, tanti arrivi. Però con i vecchi compagni dell’anno scorso i ponti sono tutt’altro che tagliati: «Certo che no, ci sentiamo almeno 1 volta a settimana. Abbiamo mantenuto vivo il nostro gruppo su Whatsapp».

SOLO SALVEZZA? - Il regista dimostra di avere la testa ben piantata in mezzo alle spalle, non cavalca l’euforia del momento positivo e bada al sodo quando si parla di ambizioni: «Stiamo facendo bene, ma da neopromossa il nostro obiettivo non può essere diverso dalla salvezza. E’ meglio non pensare ad altre cose, per il momento, quando poi raggiungeremo i punti necessari a mantenere la categoria potremo pensare a toglierci qualche soddisfazione». Al di là delle frasi di circostanza, comunque, questo campionato è talmente livellato da lasciare aperta ogni porta: «Te la puoi giocare veramente con tutti in questa Lega Pro - afferma Taugourdeau - non è impossibile pensare di andare a vincere in casa dell’Alessandria, così come non è impensabile perdere contro il Prato ultimo in classifica. Credo che ci sia un equilibrio tale, che alla fine dei giochi arriveranno avanti solo le squadre più preparate». E’ innegabile tuttavia che l’Alessandria vista al Garilli abbia tutte le carte in regola per battere la Cremonese nella volata alla promozione: «Direi di sì, io mi baso su quello che ho vissuto in campo: se la Cremonese è davvero quella vista contro di noi, penso che solo l’Alessandria possa buttare via questo campionato».

PISTOIESE - Intanto il cammino prosegue. Domenica, calcio d’inizio alle ore 16.30, i biancorossi incroceranno il cammino con quello della Pistoiese in terra toscana: «Sarà una sfida difficile, affronteremo una bella squadra. Se li abbiamo già studiati? No, dobbiamo ancora vedere i filmati. Però so che affronteremo una Pistoiese che gioca bene, guidata da un buon allenatore. Sarà una sfida difficile: un po’ come tutte le altre del resto».
Marcello Astorri
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Nuovo Dpcm, c'è l'incognita degli allenamenti nei Dilettanti. Nei professionisti tornano gli stadi chiusi

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Vigolo e Bobbiese: pari nel derby. Ziano e Gragnano in vetta

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Lecco-Piacenza 2-4: un super Corradi lancia i biancorossi

  • La Pedrini durissima contro Piacenza: «Si sciacquino la bocca prima di parlare di Callipo»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento