menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Taugourdeau, al Piacenza da due stagioni

Taugourdeau, al Piacenza da due stagioni

Piacenza - Taugourdeau: «Cesena? Sogno la B, sarebbe stimolante giocarci»

Nella corsa al regista francese del Piacenza, dopo Pisa e Lecce, si inserisce anche il Cesena e il giocatore, in scadenza nel 2018, in un'intervista non chiude la porta.

L’assalto a Taugourdeau non è assolutamente terminato con le parole del direttore generale Marco Scianò «è incedibile perché al centro del nostro progetto» sottolineate in seconda battuta dal presidente Marco Gatti «non si muove da Piacenza». La vicenda Taugourdeau promette di tenere banco per tutta l’estate, il braccio di ferro tra la società di via Gorra e l’entourage del giocatore è iniziato. A Lecce e Pisa ora si accoda anche il Cesena, che ha messo sul piatto un’offerta davvero importante per il giocatore al pari di quella del Pisa mentre più staccato c’è il Lecce, che tramite il procuratore del giocatore - Andrea Cattoli - ha fatto un sondaggio contattando Matteassi. La risposta di Matteassi va a braccetto con quella di Scianò e Gatti, ma a infastidire il Piacenza è la natura dell’assalto: tutte e tre le società hanno puntato direttamente il giocatore bypassando la società, perché il regista francese (11 reti in stagione) va in scadenza a giugno 2018 e quindi l’obiettivo delle pretendenti è quello di convincerlo a lasciare il biancorosso un anno prima senza avanzare offerte per il cartellino ma facendo leva sull’ingaggio.

Oggi però si registra un’impennata della vicenda, il portale online specializzato cesenamio.it, pubblica infatti un’intervista al giocatore del Piacenza che esprime un paio di concetti che hanno subito scatenato i tifosi. «Non so nulla dell’interessamento del Cesena, so di quello del Pisa» e alla domanda “Cesena sarebbe una destinazione gradita” il giocatore risponde: «E’ una bellissima società, la piazza è calda. Dopo tre anni in Lega Pro sogno di tornare in Serie B e Cesena è un club prestigioso, sarebbe stimolante giocarci».
Insomma Taugourdeau non chiude a un suo trasferimento estivo e il Piacenza rischia di perderlo “a zero” ma è anche giusto dire che, davanti a una possibilità del genere, il Piacenza non è intenzionato ad alzare la cornetta del telefono. Taugourdeau può anche partire ma i biancorossi vogliono, nel caso accada, monetizzare per poter intervenire subito sul mercato e individuare un altro regista. Il braccio di ferro è appena iniziato. Piacenza che ha anche un altro asso nella manica, ritoccare al rialzo l'ingaggio del giocatore e allungargli l'accordo fino al 2019, a queste condizioni il regista francese potrebbe anche rimanere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento