Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Simone Corazza: «Sta nascendo un bel gruppo e io voglio fare ancora meglio»

L'attaccante l'anno scorso aveva saltato tutta la prima parte di stagione per il grave infortunio. «Considerando tutto il bottino di 10 gol finali mi ha reso felice, ma ora che parto dall'inizio posso migliorarmi»

Simone Corazza in azione durante l'amichevole di Salsomaggiore

Le strade del Piacenza e di Simone Corazza si sono incrociate nell’estate dello scorso anno. I biancorossi erano in cerca di un potenziale top player. L’attaccante, invece, era reduce da un infortunio al legamento crociato del ginocchio e aveva bisogno di recuperare e rilanciarsi. La stagione passata, proprio a causa del percorso di recupero dall’infortunio, ha visto Corazza entrare nel gruppo gradatamente, per poi inserirsi a pieno ritmo verso Natale. Il bottino di 10 gol complessivi, però, lascia ben sperare per quest’anno: «Sono contento di aver raggiunto la doppia cifra», afferma a Sportpiacenza, «ma io punto sempre a migliorarmi e questa stagione voglio fare qualcosa in più».

Per lei si profila un impiego da esterno nel tridente d’attacco. Le piace come ruolo o pensa di dare il meglio in un’altra posizione, visto che l’anno scorso è stato impiegato anche al centro?

«Come ho già detto in passato, io mi sento una seconda punta. Però è chiaro che giocando a tre in attacco sarò chiamato a fare anche l’esterno. Non mi dispiace, perché è un ruolo che ho già fatto e che posso fare».

State lavorando da una settimana, come sono le prime impressioni sul gruppo che sta nascendo?

«Mi sembra una buona squadra, costruita sull’ottima base lasciata in eredità dall’anno scorso. In più sono stati fatti innesti importanti e il gruppo è affiatato. Questo credo si rifletterà anche sulle prestazioni in campo».

A proposito di gruppo, poco prima dell’inizio dell’amichevole vi siete dati tutti il cinque e abbracciati a uno a uno. E’ un vostro rituale di quest’anno o lo avete sempre fatto?

«No, non è un rituale - sorride - è un gesto spontaneo. Lo ritengo un segnale che riflette l’armonia che c’è nello spogliatoio».

Tra i nuovi c’è qualche giocatore con cui pensa di poter instaurare un feeling particolare sul campo?

«Io mi trovo bene con tutti. Sono stati presi degli ottimi giocatori che a quanto vedo si sono inseriti alla grande nel gruppo dell’anno scorso».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Terminate le videoconferenze con le società di calcio dilettantistico: fino al 3 dicembre impossibile prendere decisioni

  • Un Piacenza decimato dal Covid ha ripreso gli allenamenti, difficile che venga rinviata la gara con la Giana Erminio

  • Il Bertocchi diventa un campo all'inglese: erba artificiale, tribuna ampliata e coperta

  • Miozzo (Cts): «Palestre, piscine e centri sportivi non riapriranno per Natale»

  • Il Piacenza fa la conta per la sfida di mercoledì contro la Giana Erminio. Sono 14 gli indisponibili

Torna su
SportPiacenza è in caricamento