menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piacenza - Franzini tiene tutti sulla corda: «Gran partita, ma continuiamo a pedalare». Le pagelle e VIDEO

Grande soddisfazione in casa Piacenza dopo il 3-0 al Siena. Nobile è il ritratto della felicità: «Il mio gol? Uno sogno, non potevo crederci». In campo Taugourdeau superstar, ma la bella prova è di tutta la squadra

Miori 6: passa una tranquilla giornata di sole vissuta da spettatore non pagante. 

Pergreffi 7: pulito, attento, mai messo in difficoltà dagli attaccanti senesi. Pollice su per tutta la difesa biancorossa. Granitico.

Silva 7: ormai è un’autorità, un punto di riferimento e una presenza rassicurante al centro del terzetto a protezione della porta. Più sicuro di un investimento da tripla A. 

Sciacca 7: continua a crescere, a migliorarsi. Nella posizione di terzo centrale, poi, si trova ancor più a suo agio rispetto a quando di mestiere faceva il terzino. 

Di Cecco 6,5: è emblematico l’episodio nel quale Stankevicius, navigato difensore del Siena, è costretto a stenderlo con le cattive all’ennesima incursione sulla fascia. Sta alla grande e Franzini fa bene a sfruttare la sua freschezza. 

Matteassi 6: non è precisamente la giornata dove gli riesce tutto, a volte capita anche ai migliori del resto. Però si fa comunque valere e prima del vantaggio serve una gran palla sulla testa di Romero. Dal 30' st La Vigna s.v.

Taugourdeau 8: altra doppietta, altro incanto per gli spettatori del Garilli. Segna su rigore, sfiora un gol di controbalzo negato da un gran intervento di Moschin. Quindi arriva la pennellata dell’artista: una punizione dolce, precisa, sulla quale stavolta il portiere ospite può solo stropicciarsi gli occhi. Presto lo vorranno in tanti, per adesso però il Piacenza si gode il suo Manet. 

Saber 6,5: dev’essere un bel sollievo per i suoi compagni di squadra sapere che c’è lui a coprire loro le spalle. Se sbagli, no problem, ci pensa Saber a rimediare sradicando palloni dai piedi degli avversari. 

Masullo 6,5: era un po’ la sua partita, perché giocava contro la sua ex squadra. Il mister lo chiama in causa anche per questo, preferendolo perfino a Dossena. Alla fine ripaga in pieno la fiducia. 

Nobile 7,5: merita un applauso. Ci mette una fame, una voglia di emergere, che è difficile trovare in giro per i campi della Lega Pro. Per questo il gol prima o poi doveva arrivare, ed è una rete bellissima oltre che fatta delle sue caratteristiche migliori: velocità, senso del gol e pazienza nell’aspettare il pallone buono.  Dal 35' st Pozzebon s.v. 

Romero 7: va vicino due volte alla marcatura: prima gli dice no Moschin, poi un palo maledetto. Al di là di questo rimane una prova di grande sapore, segno che è in salute sia mentale sia fisica.  Dal 40' st Razzitti s.v.

All. Franzini 7,5: quinta vittoria consecutiva, squadra saldamente al centro del treno che conduce ai play off. Gol a raffica, difesa impermeabile. Una panchina lunga, sulla quale siedono giocatori tutti in grado di dare una mano. Questo Piacenza può nutrire legittime ambizioni per il finale di stagione. Il merito di questo è anche del tecnico, alla faccia di chi lo accusava di non saper cambiare.  

I video dalla sala stampa

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento