rotate-mobile
Piacenza Calcio

Piacenza - Si torna al lavoro. Arriva Bruni

Il Piacenza è ancora convalescente ma la vittoria ottenuta domenica scorsa contro la Pro Sesto è stata una bella iniezione di fiducia per la truppa biancorossa, che ha ottenuto benefici immediati dai due nuovi arrivi Amodeo e Tacchinardi, ha...

Il Piacenza è ancora convalescente ma la vittoria ottenuta domenica scorsa contro la Pro Sesto è stata una bella iniezione di fiducia per la truppa biancorossa, che ha ottenuto benefici immediati dai due nuovi arrivi Amodeo e Tacchinardi, ha registrato da un paio di partite i problemi in difesa e comunque ha superato (grazie a un primo tempo brillantissimo) una delle dirette rivali per la corsa al primo posto. Per cercare di curare definitivamente tutti i problemi, chiudere al meglio il campionato di andata (trasferta a Seriate e poi turno interno al Garilli contro la Castellana Goffredo) e lanciarsi verso la volata finale che inizierà il 5 gennaio, il direttore sportivo Gianni Rubini sta cercando di portare a termine gli ultimi ritocchi chiesti da Venturato.

Oggi è atteso l'arrivo del difensore Emanuele Bruni, centrale classe 1979 che può vantare un lungo curriculum tra Serie B (27 presenze nella Triestina stagione 2004/2005), Serie C (Lumezzano, Pro Vercelli e Ivrea) e Serie D (Gallaratese e Caronnese) dove si è fermato negli ultimi anni fino ad approdare al Bogliasco. Lui per il reparto centrale e i giovani Pignat (classe '94 dell'Unione Venezia) e Benedetti (classe '95 dalla Primavera dell'Udinese) sono i colpi a cui si sta lavorando per completare il reparto "under" che ha recuperato Sgariboldi ma ha perso Alessandroni e Colombo entrambi per infortunio. Inoltre l'arrivo di Amodeo ha chiuso le porte all'utilizzo di Martino e Minasola, naturale che il Piacenza con Volpe, Amodeo, Marrazzo e De Vecchis sia intenzionato a utilizzare tutta l'artiglieria pesante nelle prossime partite ed è chiaro, quindi, che i giovani verranno impiegati principalmente in difesa e a centrocampo.

Per questo motivo si cerca di concludere le trattative per Benedetti e Pignat; con loro Roberto Venturato si ritroverebbe una rosa lunga e completa in ogni reparto, che permetterebbe una rotazione di giocatori che nessun'altra società è in grado di eguagliare. Pignat può essere utilizzato come esterno di difesa destro, dall'altra parte il collega Benedetti, in porta Ferrari e a centrocampo Sgariboldi. Così il Piacenza potrebbe mettere sul piatto tutta la forza d'urto del reparto offensivo, al momento il migliore del campionato al pari di quello del Pro Piacenza. Infine arrivano discrete notizie dall'infermeria: Cavicchia è pienamente recuperato e torna a essere disponibile dal primo minuto, mentre Tacchinardi ha accusato una contrattura che probabilmente lo terrà fermo nel prossimo turno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Si torna al lavoro. Arriva Bruni

SportPiacenza è in caricamento