menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piacenza - Si ferma anche Marchi. Scazzola: «Con la Pro Patria servirà una grande prestazione»

Biancorossi con molte difficoltà di formazione: Libertazzi e Marchi sono out, Corbari e De Respinis squalificati. Suljic è pronto ma non gioca da un mese. Davanti ballottaggio tra Maio e Babbi.

Terza gara nel giro di una settimana per il Piacenza, reduce dai due pareggi consecutivi contro Renate e Giana Erminio. I biancorossi domenica (ore 15) saranno impegnati nella tana della Pro Patria, formazione che sta disputando un ottimo campionato (è sesta) e può vantare la miglior difesa dell’intero girone con sole 18 reti subite in 28 gare.

Il Piacenza però, dopo il pari nello scontro diretto contro la Giana, deve cercare di incamerare punti su ogni campo perché la corsa alla salvezza è apertissima e serratissima ma Scazzola deve fare i conti con due assenze importanti: De Respinis e soprattutto Corbari, entrambi squalificati, costringeranno il tecnico a ridisegnare la formazione. A questi c’è poi da aggiungere gli stop di Libertazzi e quello di Marchi in difesa, in porta andrà ancora il giovane Stucchi. Suljic infine è pronto ma è un mese che non gioca e difficilmente partirà dall’inizio
E’ quindi tutta capire la formazione che sceglierà il tecnico, probabile a questo punto gli inserimenti di Cannistrà nella difesa a tre e di Scorza a centrocampo, davanti ballottaggio Maio-Babbi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento