Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Si accelera per il tecnico: la scelta ricade su Vincenzo Manzo. Decisivo il fine settimana

E' l'ex tecnico del Legnano il favorito per ereditare la panchina di Franzini. Si è dimesso dalla squadra lombarda a gennaio quando era secondo in classifica in Serie D.

datei_s-6E’ ben più di un interesse e molto oltre una semplice candidatura, il tecnico Vincenzo Manzo è probabilmente il più accreditato - tra i tanti incontrati - per ereditare il timone del Piacenza lasciato libero da Franzini un mese fa.
Al momento non ci sono conferme, il direttore sportivo Simone Di Battista nelle ultime ore si è limitato a precisare che a metà della prossima settimana dovrebbe essere conclusa la partita dell’allenatore e arriverà dalla Serie D. Sfumato Gilardino (era la prima opzione ma ha offerte superiori, in particolare la Primavera della Fiorentina) e mai decollato Zauri, il ds sta procedendo con calma, senza fretta, anche se nelle ultime ore si è registrata una netta accelerazione su Vincenzo Manzo: nel fine settima è probabile l’incontro definitivo e quindi una decisione in un senso o nell’altro. Sullo scacchiere rimangono altri nomi, con Rossini (Carpaneto) ci sarà un colloquio mentre il nome di Francesco Buglio (Casale) rimane solo un’indiscrezione di mercato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come detto il più accreditato a ereditare la panchina di Franzini è Vincenzo Manzo che si era dimesso dal Legnano nel gennaio di questa stagione. La 2019/2020 è stata una stagione particolare per Manzo che aveva portato in Serie D il Legnano dall’Eccellenza e poi, proprio in D, ha fatto davvero bene portando a sorpresa la squadra lombarda al secondo posto in classifica nel Girone B dietro alla capolista Pro Sesto. A inizio anno un doppio scivolone interno portò alle sue dimissioni frutto - secondo i media locali - di un irrigidimento tra il tecnico e la società dopo le due sconfitte interne consecutive di gennaio. Fedele al 4-3-3, promettente, a suo agio con una squadra giovane (come sarà il Piacenza che giocherà con almeno 6 under nella formazione titolare) è il profilo ideale, almeno nella testa di Di Battista che nelle ultime tre stagioni al Fiorenzuola (con Dionisi, Brando e Tabbiani) non ha mai sbagliato la scelta del timoniere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il sequestro del padre, la vita da imprenditore e il progetto Piacenza. Roberto Pighi si racconta: «La pandemia mi ha cambiato»

  • Piacenza - Ecco Vincenzo Manzo: «Lavoriamo con fame e determinazione, i risultati arriveranno»

  • Calciomercato - Piacenza: occhi sull'attaccante Francesco Maio e sul centrocampista Alberto Acquadro

  • Playoff Serie C 2020 - Il tabellone del secondo turno. Novara già alla fase Nazionale, ok Padova e Catania

  • Piacenza - Marco Polenghi: «Costruiamo il futuro partendo dai giovani». Ufficiale: Lemma allenerà la Berretti

  • Sport di contatto: Bonaccini scarica la responsabilità sull'assessore Donini. «Aspetto il via libera dalla mia sanità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento