menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piacenza - Se ne va la "voce" che ci scaldava il cuore allo stadio, ci lascia il mitico Pio Bosini

Era lo storico speaker che leggeva gli sponsor negli anni '80 e nell'indimenticabile epopea in Serie A. Uomo corpulento, buono, era una vera istituzione al nostro Galleana

Non solo Gullit o Zidane, Baggio o Vialli. Chiaro che l’appuntamento della domenica negli anni 90’ al Galleana fosse la sfida tra i biancorossi e i più grandi campioni al Mondo che a quel tempo giocavano tutti nella Serie A però, a completare quelle bellissime domeniche, c’era anche il resto.
Facciamo questa premessa per arrivare a dire che oggi è mancato uno di quei tasselli che ci scaldava il cuore - e non per forza sempre calciatori - si tratta di Giampio Bosini. Chi ha qualche capello bianco in più sulla testa sobbalzerà e se lo ricorderà perfettamente, i meno giovani ne hanno senz’altro ascoltato la caldissima (e bellissima) voce in qualità di speaker, i più giovani, invece, magari ne avranno solamente sentito parlare.

Ci ha lasciato nella giornata di oggi una figura mitologica di quel periodo, a dir la verità come ci ricordano i nostri lettori più datati quello di Pio Bosini è un volto che attraversa gli anni ’70, gli ’80 e i ’90.
Fisico corpulento, si presentava sempre con largo anticipo al Galleana con la sua valigetta con dentro gli attrezzi e poi via… “Farnesiana Petroli è lieta di offrivi le formazioni, Piacenza - e partiva l’olè dello stadio - Taibi, Polonia, Lucci….”.

Ecco era quella voce che adesso tutti ricorderete, una vera istituzione del Galleana, con un tono che avrebbe meritato senz’altro dei palcoscenici ancora più importanti perché una cosa è vera: la voce da radio o ce l’hai o non ce l’hai. Trasmetteva calore, passione, ci portava verso l’inizio della partita.

Ci ricordano la sua grande passione per il Piace tanto che fece fare addirittura degli orologi biancorossi in stile Swatch, ma molto più belli. La sua vita non era però solo Piacenza, è stato anche un grande appassionato di calcio dilettanti. Ha vinto il Torneo Libertas - quando il Torneo Libertas era uno dei più prestigiosi del nord Italia - ed è stato un conosciutissimo dirigente del calcio dilettantistico di quella mitica Virtus.

I funerali si terranno giovedì 15 ottobre alle ore 11 alla chiesa del Corpus Domini

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento