rotate-mobile
Piacenza Calcio

Piacenza - Scazzola: «Siamo mancati nell'intensità». Pagelle: c'è ben poco da salvare

Il tecnico: «In partite così bloccate, male che vada deve finire zero a zero. Quindi dobbiamo imparare a essere più determinati». Marchi: «La gara di oggi ci lascia purtroppo sensazioni negative». Solo Raicevic, Tafa, Pratelli e Corbari, finché è rimasto in campo, raggiungono il 6

Il Piacenza rimane imbrigliato nella rete dell’ex Luciano De Paola e torna a riassaporare la sconfitta al Garilli. “Non possiamo certo essere contenti”, è il commento dell’allenatore Cristiano Scazzola nel post gara, “è stata una partita equilibrata, dove abbiamo preso gol sull’unico episodio concesso. Noi dovevamo avere un atteggiamento diverso nei contasti e sulle seconde palle. In futuro dobbiamo cercare di essere migliori di come siamo stati oggi”. Poi il mister sottolinea ancora: “In partite così bloccate, male che vada deve finire zero a zero. Quindi dobbiamo imparare a essere più determinati e dare di più sotto il punto di vita dell’intensità”.

La squadra di De Paola, che ha allenato il Piacenza in serie D nell’era Gatti, ha vinto la partita mettendo in campo una maggiore carica agonistica, nonostante venisse da un periodo nero. “Loro venivano da un momento brutto”, continua Scazzola, “quindi ci aspettavamo che avrebbero badato a concedere pochi spazi. Quando è così, però, bisogna avere una maggiore attenzione sugli episodi e nelle poche situazioni che riesci a creare sicuramente vanno approcciate con maggiore cattiveria”.

Il mister non si sbottona per quanto riguarda le condizioni di Corbari, uscito per infortunio al 31’ del secondo tempo in seguito a uno scontro di gioco. “Non riusciamo a dire nulla questa sera, dovremo aspettare gli esami strumentali”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Scazzola: «Siamo mancati nell'intensità». Pagelle: c'è ben poco da salvare

SportPiacenza è in caricamento