Lunedì, 22 Luglio 2024
Piacenza Calcio

Piacenza - Scazzola: «Era la gara che cercavamo». Pagelle: Cosenza, Palazzolo e Morra sugli scudi

Il tecnico dedica la vittoria a Federico Tricarico, il giovane figlio 15enne del suo amico Fabio, scomparso pochi giorni fa. Matteassi: «Accardi? Siamo ai dettagli. Mercato lampo? Non compriamo tanto per fare». I due protagonisti della giornata: «Volevamo una partita così da tempo»

Rinaldi 6.5: poco sollecitato, però compie una gran bella parata sul tiro sporcato di Bariti e poi sventa una possibile rete con una uscita fuori area decisamente reattiva.

Parisi 6: si vede che è stato fuori molto tempo. Parte bene, trova corsa e sgroppate, poi butta via un contropiede davvero ghiotto. A lungo andare si spegne fino a mettere il motore in folle.

Cosenza 7: solido, puntuale, insormontabile. Di testa sfiora il gol, più in generale sfodera una prestazione che dà molta sicurezza lì dietro.

Masetti 6.5: fido scudiero di Cosenza, magari meno appariscente ma in fondo è dove deve essere quando chiamato in causa.

Capoferri 6: sbaglia molti palloni, una marea di appoggi, rimane comunque una partita nel complesso positiva. Da lui però ci aspettiamo di più.

Munari 6: siamo sotto Natale e regaliamo mezzo punto in più. E’ vero che viene innescato col contagocce e quando parte riesce sempre a combinare qualcosa, ma nell’economia della partita rimane troppo poco. Dal 43’ st Onisa SV.

Suljic 6: stanco e poco reattivo perché in fondo deve fare una partita tutta di sostanza visto che Palazzolo spesso si avventura in avanti. Sta a lui dare la quantità che mancava causa l’assenza di Persia, non è propriamente il suo compito, ma lo porta a casa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Scazzola: «Era la gara che cercavamo». Pagelle: Cosenza, Palazzolo e Morra sugli scudi
SportPiacenza è in caricamento