rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Piacenza Calcio

Piacenza - Scazzola: «Era la gara che cercavamo». Pagelle: Cosenza, Palazzolo e Morra sugli scudi

Il tecnico dedica la vittoria a Federico Tricarico, il giovane figlio 15enne del suo amico Fabio, scomparso pochi giorni fa. Matteassi: «Accardi? Siamo ai dettagli. Mercato lampo? Non compriamo tanto per fare». I due protagonisti della giornata: «Volevamo una partita così da tempo»

Partiamo dalla fine e dalla voce rotta di Scazzola che, prima di parlare di calcio, rinvolge un pensiero a un suo amico e all sua famiglia. «Questa vittoria la dedico a Federico Tricarico, scomparso pochi giorni fa a soli 15 anni e figlio di un mio grande amico ed ex compagno di squadra, Fabio Tricarico».
Si riprende poi a parlare di calcio e il primo a presentarsi in sala stampa è il direttore sportivo Luca Matteassi. «Colgo l’occasione per fare gli auguri di un sereno Natale a tutta la società, a voi e a soprattutto ai nostri tifosi». Noi cogliamo invece l’occasione per un paio di domande di mercato.
«Nuovi arrivi subito? Non credo, nel senso che non sono abituato a comprare tanto per farlo. Sappiamo bene di che cosa c’è bisogno, con il difensore Accardi (Palermo) siamo ai dettagli, poi valuteremo di giorno in giorno, ma vi anticipo che non è per nulla facile perché non tutti i giocatori sono disposti a venire in una squadra che è ultima o penultima. Senz’altro ci saranno alcune uscite, in particolare chi ha giocato fin qui meno avrà la possibilità di andare dove può trovare spazio».

E torniamo poi su Scazzola. «Diciamo che ci sono state partite che abbiamo gestito meglio e dove non abbiamo raccolto nulla, penso a quella con la Pro Patria ad esempio. Oggi con la Pergolettese è stata una gara molto equilibrata, come al solito fortemente condizionata dalle assenze. In rosa abbiamo 9 over e oggi ce ne mancavano 4, fate voi i conti. Però abbiamo vinto credendoci fino in fondo ed era l’unica cosa che cercavamo, cioè andare a riposo con un successo che ci permette di accorciare un filo la classifica lì in fondo. Adesso dobbiamo recuperare alcune situazioni, mentre sul mercato non chiedetemi nulla perché c’è Matteassi e lui sa perfettamente se e dove abbiamo bisogno».
E ancora: «Tornando alla partita c’è il rammarico di aver preso il solito gol su calcio piazzato, una situazione su cui lavoriamo molto però, come vi avevo già spiegato in precedenza, purtroppo scontiamo il fatto che siamo una squadra con pochi centimetri ed è un nostro punto debole».

Per ultimi salgono i due protagonisti della vittoria. Inizia Morra, autore della sua prima doppietta in biancorosso: «Mi sento meglio, la condizione va via via crescendo, dopodiché sono contento non tanto per i miei gol, ma perché avevamo davvero bisogno di questa vittoria per il morale e per la classifica. Lo spogliatoio crede nella salvezza, in questi mesi siamo riusciti a creare un bel gruppo, molte squadre in situazioni del genere si sarebbero sfaldate mentre noi siamo rimasti sempre uniti e crediamo fortemente nella rincorsa».
Gli fa eco Palazzolo: «Cercavo una prestazione così da inizio stagione. Purtroppo in questi mesi ho sprecato alcune occasioni, in altre sono stato sfortunato e ci sono messi di mezzo anche gli infortuni. Ora sono in crescito e mi sento bene, peccato per la sosta».

Le pagelle

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Scazzola: «Era la gara che cercavamo». Pagelle: Cosenza, Palazzolo e Morra sugli scudi

SportPiacenza è in caricamento