rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Piacenza Calcio

Piacenza - Scazzola: «Cerchiamo continuità con la Pro Sesto». Società: verso il closing per la nuova cordata

Tra i biancorossi rientra Persia dopo la squalifica. Si va verso la conferma del 4-4-2 che ha battuto la Triestina. Novità sul fronte della cordata piacentina pronta a entrare in società: mercoledì l'impreditore italo-svizzero Crivellari era in tribuna. C'è fiducia sulla chiusura dell'affare

Punto robusto a Novara, vittoria quasi scaccia crisi mercoledì contro la Triestina, closing per la nuova cordata (principalmente formata da imprenditori piacentini) che prosegue in modo spedito verso il traguardo e una sfida, da bollino nerissimo, domenica in casa di quella Pro Sesto vera rivelazione del campionato.
C’è decisamente tanta carne al fuoco nella settimana che si sta per chiudere in casa Piacenza, con l’obiettivo a questo punto di strappare qualcosa di importante a Sesto San Giovanni domani (fischio d’inizio alle 14.30) per dare ulteriore fiducia all’ambiente e tuffarsi nel rush finale: entro la sosta arriveranno ancora le gare contro Pro Patria, Vicenza e la prima ritorno il 23 con la Pergolettese.
A tenere banco ci sono le novità fuori dal campo. Dopo la strigliata del ds Matteassi lo scorso sabato («certe informazioni non devono uscire perché possono distrarre la squadre e si manca di rispetto agli attori coinvolti» aveva detto) i riflettori si sono spenti anche se, a dir la verità, qualcosa emerge. Mercoledì in tribuna al Garilli c’era Maurizio Crivellari, è lui il famoso imprenditore comasco con interessi in Svizzera e addirittura si vocifera che potrebbe prendere la presidenza. Questo sarà da vedere, rimane il fatto che nei giorni scorsi c’è stato un nuovo round di incontri dopo quello dello scorso weekend, ci sarebbe ancora qualche titubanza ma in linea di massima la maggior parte delle figure radunate da Polenghi e Rigolli sarebbero ben disposte a entrare nel Piacenza. Da capire, infine, cosa farà l’attuale presidente e azionista di maggioranza Roberto Pighi: potrebbe rimanere dentro la cordata per dare il suo contributo, ma in forma minore rispetto a quella attuale. Le rose non sono fiorite, da quanto raccolto potrebbero farlo a breve e ci sono sensazioni positive.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Scazzola: «Cerchiamo continuità con la Pro Sesto». Società: verso il closing per la nuova cordata

SportPiacenza è in caricamento