Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Sabato parte la Berretti. Il mister Lele Reboli: «Gruppo giovane che ha voglia di imparare»

Primo appuntamento del campionato sul campo dell'Albinoleffe, al momento le gare interne saranno giocare a Podenzano. Il tecnico: «Lavoriamo per la prima squadra. Tra i prospetti più interessanti ci metto senz'altro il giovane Marco Scotti»

La formazione Berretti del Piacenza 2019/2020 guidata da mister Lele Reboli

Nuova Mazda CX-30-2Inizia sabato pomeriggio al centro sportivo dell’Albinoleffe la stagione 2019/2020 della Berretti del Piacenza Calcio, guidata quest’anno da Lele Reboli già al timone anni fa della Juniores Nazionale biancorosso prima di passare alle formazioni Under del Pro Piacenza e poi alla Sarmatese. Arzignano, Padova, FeralpiSalò, Pergolettese, SudTirol, Vicenza, Triestina e Virtus Verona sono le compagne di viaggio dei giovani biancorossi che sono profondamente cambiati rispetto alla passata stagione e giocheranno le partite interne, al momento, sul sintetico di Podenzano. Con il tecnico Lele Reboli abbiamo fatto le carte al campionato che inizia sabato.

Che squadra è questa Berretti?
«E’ giovane, sono quasi tutti dei 2002 e nessuno di loro ha esperienza a livello professionistico quindi dovranno dimostrare tutto sul campo. Sono molto contento di queste prime settimane perché, nonostante la giovane età, i ragazzi hanno fatto gruppo e mi dimostrano di aver voglia di lavorare e imparare ad ogni allenamento. Certamente non sarà un campionato facile».

Ci sono anche diversi fattori che incidono sul rendimento?
«Sicuramente noi siamo lì per essere a disposizione della prima squadra, quando chiede dei giocatori li mandiamo e questo non ci permette di avere sempre la formazione migliore. Ad esempio, già sabato abbiamo alcuni infortunati e due saranno convocati dal Piacenza per la trasferta di Cesena. Per il momento ho visto un bel calcio da parte dei miei ragazzi e abbiamo disputato di recente un’ottima amichevole contro il Carpi».

Si parlava di prima squadra: che rapporto c’è?
«Mister Franzini mi ha lasciato carta bianca sul modulo e sul tipo di gioco. Il nostro lavoro, il mio in particolare, è quello di farli trovare pronti quando vengono convocati per l’allenamento in prima squadra, l’obiettivo in sostanza è quello di mantenere un certo livello nelle sedute tecniche dei “grandi” nel corso della settimana. Se poi qualche ragazzo viene convocato per la partita e debutta in Serie C io sono il primo ad esserne felice perché vuol dire che si è lavorato bene».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento