rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Piacenza Calcio

Piacenza - Rossini: «Noi poco brillanti, ma ora contano i punti». Le pagelle dei biancorossi

Gerbaudo: «Il risultato di oggi non era per niente scontato, il Brusaporto è una squadra forte». In ombra Kernezo e Ndoye, a centrocampo si va piano. Bene la difesa

Piacenza City Camp

Così Stefano Rossini al termine della partita vinta dal Piacenza 0-2 sul campo del Brusaporto. »Oggi non siamo stati brillantissimi: soprattutto in fase offensiva siamo stati poco precisi. Quello che conta in questo momento è trovare la migliore condizione possibile per portare a casa il maggior numero possibile di punti. L’autostima, arrivati a questo punto, è fondamentale dato che vincerà che avrà più voglia di centrare l’obiettivo.
La classifica? Ogni domenica può succedere di tutto, quindi bisogna essere sempre concentrati e giocare al massimo ogni gara», mentre Gerbaudo ha commentato così la gara: «Il risultato di oggi non era per niente scontato, il Brusaporto è una squadra forte. Il gol? Sono contento perché ci ha permesso di chiudere la gara, mi piace molto inserirmi in area avversaria per provare la conclusione e oggi è andata bene.
A chi lo dedico? Sicuramente alla mia famiglia. La classifica? Dipende tutto da noi, ma dobbiamo continuare a tirare fuori tutte le nostre qualità per avere la meglio in ogni partita».

Le pagelle

Moro 6: in fondo rimane spettatore perché se da un lato è vero che il Piacenza non domina la gara dall’altro è anche corretto dire che il Brusaporto arriva davanti alla porta quasi mai. Come sempre bravo nell’ordinaria amministrazione, che non è mai scontato.

Napoletano 6.5: gran bella partita, con molta sostanza in fase di riconquista, attento e quando può spinge anche con qualità.

Silva 7: gioca una gara perfetta dietro, aiutato dal fatto che il Brusaporto in dieci rinuncia ben presto a pungere. Tuttavia non sbaglia mezzo pallone.

Iob 6.5: vale il discorso fatto per Napoletano, propone una partita densa di qualità e quantità, sbaglia pochissimo e fa quasi sempre la scelta giusta.

Kernezo 5.5: va un po’ troppo a strappi. Certo si propone e spesso viene cercato, ma non dà mai la sensazione di poter rompere la partita.

Gerbaudo 6.5: qualità e quantità, il tutto condito con un gol importante che di fatto chiude il match in un frangente piuttosto delicato. Dal 42’ st Tourè: SV.

Corradi 6: è vero, spesso è impreciso soprattutto al tiro, però si sente - eccome se si sente - quando c’è da coprire e ripartire. Insomma, non brilla certamente come altre volte ma il 6 è meritato. Dal 41’ st Russo: SV.

Bachini 6: regia facile, pulita, precisa. Non innesca molto a centrocampo ma rimane comunque stabile al suo posto senza strafare.

Ndoye 5.5: oggi un po’ troppo pasticcione rispetto al solito, si fa vedere poco e non trova spunti particolari. Dal 9’ st Bassanini 6: non dà la scossa ma rientrava dopo un lungo stop e il solo fatto di essere già in campo è un’arma in più per il finale di stagione.

D’Agostino 5.5: un po’ spento anche lui, si muove molto, ci prova spesso da fuori area ma non è mai particolarmente pungente. Dal 27’ st Artioli 6: entra in un modulo ibrido e in momento delicatissimo del match, bravo a dare comunque sostanza.

Recino 6.5: tiene a galla l’attacco da solo. Non segna, però le azioni più pericolose passano tutte da lui ed è grazie a una sua ripartenza che arriva l’espulsione dell’avversario in avvio, episodio che mette in discesa la gara. Dal 36’ st Zini: SV.

Rossini 6.5: a questo punto della stagione contano solo i punti e le motivazioni, la sua squadra dimostra di volere fortemente il primo posto anche quando non è brillante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Rossini: «Noi poco brillanti, ma ora contano i punti». Le pagelle dei biancorossi

SportPiacenza è in caricamento