rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Piacenza Calcio

Piacenza - Rossini: «Contro la Tritium sarà una battaglia, ma non siamo nel momento decisivo»

Biancorossi in campo mercoledì (ore 14.30) a Trezzo sull'Adda contro la terzultima della classe e con uno sguardo al big match tra Arconatese e Caldiero. Il tecnico: «Dovremo essere bravi a gestire e pulire la palla in fase di possesso». Ancora fuori Gerbaudo e Andreoli, rientra Moro

San Rocco Trasporti Banner

Piacenza che si trova al primo e serio bivio della stagione: nel turno infrasettimanale di mercoledì pomeriggio (ore 14.30 a Trezzo sull’Adda) i biancorossi affronteranno la Tritium, terzultima in classifica, ma davanti c’è una giornata importante perché la capolista Caldiero Terme (+4) affronta in trasferta l’Arconatese (al pari dei biancorossi a quota 47 punti) e quindi, inevitabilmente, i punti valgono doppio in questo giro.
In generale si potrebbe dire che valgono anche triplo perché dopo questo impegno domenica 4 febbraio al Garilli arriverà il Desenzano (in origine era la candidata numero uno come avversaria), poi il turno di riposo dell’11 e infine si ripartirà il 18 febbraio proprio in casa dell’Arconatese. Insomma, in meno di 20 giorni potrebbe definirsi la volata promozione che entrerà nel vivo a marzo, fermo restando la Varesina (anch’essa a 47 punti con Piacenza e Arconatese) che ha davanti un febbraio più agile. Troppi conti, la testa degli emiliani è solo a mercoledì: non si può sbagliare. Il Piace ci arriva forte del filotto di 13 risultati utili consecutivi ottenuti con Rossini in panchina: 9 vittorie e 4 pareggi, ma ci sono i soliti problemi di formazione perché Andreoli e Gerbaudo non recuperano ancora e i loro problemi sembrano più gravi di quanto comunicato. Il primo è fuori da inizio gennaio, il secondo da metà dicembre e verosimilmente rientreranno solo dopo la pausa. In porta rientra Moro che ha scontato le tre giornate di squalifica.

Così Rossini alla vigilia della partita contro la Tritium: «Sono contento per la prestazione di domenica, abbiamo fatto fatica nelle linee di passaggio e di profondità nel primo tempi, questo è vero e qui dobbiamo migliorare, però rimane una bella prestazione difensiva, dove abbiamo rischiato poco, siamo stato bravi a interpretare la gara e portare a casa i tre punti. Consideriamo inoltre che siamo limitati nelle rotazioni e che in alcune zone del campo ci sono giocatori che stanno trainando la carretta da oltre un mese, senza contare poi il dispendio di energie mentali. Per mercoledì non recuperiamo nessuno, Andreoli e Gerbaudo non ci saranno, e mi aspetto una gara davvero difficile contro una squadra abituata a battagliare e in un campo stretto. Dovremo essere bravi a gestire e pulire la palla in fase di possesso - prosegue Rossini - e altrettanto bravi nel soffrire sfruttando le situazioni. Potrebbe essere una partita molto simile a quella di domenica contro il Caravaggio. Momento decisivo? Non credo, senz’altro è un periodo importante, ma non ancora decisivo».

Probabile formazione Piacenza (4-4-2) - Moro; Iob, Silva, Somma, Artioli; Zini, Tourè, Corradi, Bassanini; D’Agostino, Marquez.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Rossini: «Contro la Tritium sarà una battaglia, ma non siamo nel momento decisivo»

SportPiacenza è in caricamento