rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Piacenza Calcio

Piacenza - Ricorso sulle squalifiche di Cesarini e Scazzola. Le combinazioni per chiudere ottavi in vista dei playoff

Biancorossi costretti a vincere e la Juventus deve perdere, solo così gli emiliani staccherebbero l'ottavo posto per giocare, proprio contro i bianconeri, in casa. Scazzola: la sua squalifica può scendere a una giornata, quella di Cesarini è molto difficile, salterà le prossime tre partite. E ci sono dubbi su Raicevic

Ottavo o nono posto, questo si gioca il Piacenza domenica nell’ultima di campionato nella tana del Seregno (ore 14.30). E farà una gran differenza perché arrivare ottavi significherebbe giocare la prima partita dei playoff al Garilli (1 maggio) contro la Juventus U23 e avere a disposizione due risultati su tre per passare il turno. Con l’ottava posizione il Piacenza può anche pareggiare al 90’ e andrebbe al turno successivo, i bianconeri sarebbero costretti a vincere. Chiudere noni significherebbe, invece, il contrario: cioè andare il 1 maggio in casa della Juve (ad Alessandria) e dover obbligatoriamente vincere nell’arco dei 90’. In palio non c’è quindi solo una posizione ma la differenza tra il giocare in casa o in trasferta il primo turno dei playoff.

Farlo, però, non sarà facile perché le combinazioni a disposizione non sono molte essendo la Juventus a 51 punti e il Piacenza a 49. La base di partenza per i biancorossi è senz’altro l’obbligo di vincere in casa del Seregno - deve fare almeno un punto se vuole avere la certezza di disputare il playout - e la Juventus deve perdere (affronta in casa il Legnago che a sua volta vuole vincere per cercare di evitare la retrocessione diretta), altre combinazioni non esistono. In caso di arrivo a pari punti, infatti, sarebbero i bianconeri a staccare l’ottava posizione perché hanno gli scontri diretti a favore.

Calcoli a parte il Piacenza non arriva alla post season nel migliore dei modi. La tegola del Giudice Sportivo è stata pesante: tre giornate di squalifica a Cesarini e al tecnico Scazzola significa che entrambi salteranno la partita di domenica a Seregno, il primo turno dei playoff con la Juve ed eventualmente anche la partita del secondo turno. La società in questi giorni presenterà il ricorso, l’obiettivo è di ridurre la squalifica di Scazzola a una sola giornata e magari riuscire a toglierne una delle tre a Cesarini, quindi fargli saltare solo Seregno e Juventus. C’è fiducia sulla riduzione per il tecnico, meno per Cesarini. A questo problema va aggiunto poi quello di Raicevic. L’attaccante si sottoporrà nei prossimi giorni a dei nuovi test, la speranza è quella di portarlo in panchina contro la Juventus ma il rischio di una sua assenza rimane altissimo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Ricorso sulle squalifiche di Cesarini e Scazzola. Le combinazioni per chiudere ottavi in vista dei playoff

SportPiacenza è in caricamento