menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piacenza - Primo scontro diretto: biancorossi a Pisa per rimanere in vetta. Franzini: «Fiducia ritrovata»

Gli emiliani all'Arena Garibaldi domenica (ore 18.30) ancora senza Mulas e Troiani, si verso la riconferma del 4-3-3 con Di Molfetta terzino destro. Il tecnico: «Sarà una gara altamente spettacolare non tanta qualità in campo, importante ma non decisiva»

Si viaggi a Pisa dove domenica (ore 18.30) il Piacenza affronterà i toscani all’Arena Garibaldi in un match che potrebbe dire molto sul campionato, più per i neroazzurri che per i biancorossi.
Il Pisa dell’ex Max Pesenti, partito un po’ a sorpresa e in fretta e furia dopo l’arrivo di Ferrari, deve assolutamente vincere per non sprofondare nel distacco dalla vetta occupata dagli emiliani anche se, a conti fatti, scervellarsi sulla classifica vale fino a un certo punto visto i molti recuperi che mancano per avere un quadro chiaro.
Il Piacenza con la vittoria contro il Gozzano ha ritrovato fiducia e punti, entrambi persi a fine dicembre, e chiaramente la squadra di Franzini va a Pisa per fare bottino pieno ben sapendo che la gara è di quelle da bollino rosso, come lo sarà il prossimo 3 febbraio in casa del Novara. In 180’ capiremo meglio le condizioni del Piacenza e fino a dove possono arrivare i biancorossi chiamati a due scontri diretti importanti ma comunque non decisivi.

TRIDENTE
Difficile che Franzini snaturi la squadra ma deve comunque fare i conti con due assenza in difesa, quella di Mulas a destra - riacutizzarsi di un problema muscolare alla coscia - e il mancato rientro di Troiani. La soluzione Di Molfetta terzino è stata utilizzata contro Pontedera e Pisa, non ha convinto fino in fondo ma rimane l’unica disponibile a meno che il tecnico non decida di virare sulla difesa a tre. L’altro nodo è a centrocampo: l’unico sicuro è Della Latta, per il resto sono tutti in ballottaggio. Marotta mercoledì ha riposato e a lui dovrebbero essere affidate le chiavi della regia, al suo fianco uno tra Nicco e Corradi, con il secondo che ha dimostrato contro il Gozzano (gol e rigore procurato) di essere in palla. Davanti poche varianti sul tema: Sestu e Terrani saranno gli esterni a supporto di Ferrari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento