menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Antonio Pergreffi, terza stagione in biancorosso

Antonio Pergreffi, terza stagione in biancorosso

Piacenza - Pergreffi: «Trasformiamo tutto in rabbia agonistica. Le finali si giocano con cuore e testa»

Il difensore centrale: «Dal pomeriggio di Siena abbiamo imparato molto, soprattutto a gestire la tensione. I rigori? Chiaramente dà fastidio essere penalizzati in due gare decisive ma non pensiamoci troppo, la testa è solo alla gara di sabato»

Parlava di partita decisiva: ci siamo ancora ma questa volta cambia qualcosa?
«Siamo stati bravi a prenderci una seconda occasione dopo Siena, quella partita deve rimanere da esempio per noi. La testa è più libera».

Questione psicologica?
«Sicuramente a Siena abbiamo pagato eccessivamente la tensione della gara, alcuni giocavano per la prima volta una partita del genere. Abbiamo imparato molto da quel pomeriggio, soprattutto a gestire la tensione».

Come sta lo spogliatoio?
«Benissimo, abbiamo trovato le energie mentali giuste per affrontare l’Imolese e riproporci in finale. La voglia è quella di dimostrare che non siamo qui per caso ma perché ce lo meritiamo».

Un giudizio sulla gara di andata?
«E’ stata una partita a scacchi contro una signora squadra, non dimentichiamoci che il Trapani è davvero forte. Dal punto di vista tattico e difensivo per me abbiamo disputato una prestazione bellissima, forse ci è mancato qualcosa in fase di rifinitura».

Cosa servirà a Trapani per vincere?
«Capire innanzitutto che è una finale e quindi attenzione perché al minimo errore puoi essere punito: contano molto i dettagli. Il Trapani ha dei punti deboli, come tutti del resto, e su quelli dobbiamo giocare. Sarà una partita in cui ci vorrà tutto: fisico, agonismo e testa».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento