rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Piacenza Calcio

Piacenza - Per i biancorossi comunque ci sarà la post season di maggio per Scudetto o playoff

La gara con la Varesina non chiude la stagione dei biancorossi. Se vanno in Serie C allora ci sarà la poule scudetto di Serie D, nel caso di mancato successo il Piace andrà ai playoff il 12 e 19 maggio, spareggi che valgono poco o nulla, contano solo per i ripescaggi

Piacenza City Camp

Comunque vada la stagione del Piacenza non terminerà domenica dopo la sfida contro la Varesina, ma i biancorossi saranno impegnati anche in una post season - dolce o amara, dipende proprio da domenica - che li terrà in campo per tutto il mese di maggio. Innanzitutto la questione biglietti: quelli riservati al settore ospite dei piacentini (450) sono andati polverizzati in meno di un pomeriggio. Sarà possibile fare i biglietti per gli altri settori del centro sportivo della Varesina (Venegono Superiore, Piazza Aldo Moro/Via Monte Nero, provincia di Varese) direttamente domenica a partire dalle ore 13.30 (fischio d’inizio alle 15). Oppure ancora sabato in sede perché in giornata sono stati sbloccati altri 250 tagliandi. Dal campo: rientra Gerbaudo che ha scontato la squalifica ma si ferma Marquez, squalificato un turno.

IL PIACENZA IN C
Combinazione che contempla solo due opzioni: il Piacenza (73) vince con la Varesina e il Caldiero (74) perde o pareggia contro il Villa Valle. In questo caso il Piacenza arriverebbe primo, sarebbe automatica la promozione in Serie C e nel mese di maggio si tufferebbe nelle poule Scudetto per decidere la regina assoluta tra la nove vincitrici dei Gironi di Serie D (in palio non c’è nulla, solo il titolo Scudetto D). Su questo fronte occorre dire che le poule saranno tre da tre squadre ciascuna (secondo un criterio di vicinanza territoriale), si giocherebbero le qualificazioni il 12, 15 e 19 maggio (con un turno riposo). Le tre prime classificate e la miglior seconda accedono alle semifinali (26 maggio e 2 giugno, andata e ritorno) e poi la finalissima il 9 giugno. Le situazioni in bilico nei nove Gironi di Serie D sono solamente due, quella appunta del B tra Caldiero e Piacenza, e poi nel D con Carpi (65) e Ravenna (63). Per il resto le corse al vertice sono già tutte concluse con Alcione, Clodiense, Pianese, Campobasso, Cavese, Altamura e Trapani già promosse in Serie C.

SPAREGGIO
C’è anche questa opzione sul tavolo domenica, che si potrebbe realizzare in un solo caso: il Piacenza pareggia e il Caldiero perde. In questo caso ci sarebbe l’arrivo a pari punti (74) e dunque è previsto uno spareggio promozione in campo neutro domenica 12 maggio. Chi vince va su e alla poule scudetto, chi perde ai playoff.

IL PIACENZA AI PLAYOFF
Anche qui poche combinazioni: se vincono entrambi va su il Caldiero, in alternativa i veneti possono anche pareggiare o perdere a patto che il Piacenza non vinca oppure non faccia un punto nel secondo. Stando così le cose si aprirebbero le porte dei playoff a Girone per il Piacenza che se mantiene la seconda posizione (occhio che se perde e il Palazzolo vince i biancorossi scivolano al terzo posto) andrebbe ad affrontare la quinta classificata (che sarebbe ancora la Varesina a questo punto) il 12 maggio al Garilli. Gara unica con eventuali supplementari ma senza rigori: al 120’ in caso di pareggio passerebbe il Piacenza alla finale playoff contro la vincente della sfida tra 3a contro 4a. Anche qui stesse regole: in campo il 19 al Garilli e si gioca solo fino al 90’ o al 120’, niente rigori. Tutto questo ovviamente se il Piacenza conserva la seconda posizione.
Playoff, che non mettono in palio nulla se non una classifica di merito per un eventuale ripescaggio estivo in Serie C in caso di rinuncia di qualche squadra. La classifica di merito viene però formata anche in base alla media punti e in questo caso il Piacenza sarebbe dietro (1.97) insieme a Belluno, L’Aquila e Martina, davanti ci sarebbero Ravenna (2.03), Vibonese (2.09) e Siracusa (2.36). Ripescaggi resi ancora più difficili dalla candidatura del Milan U23 alla Serie C, i rossoneri prenderebbero il posto della prima esclusa dunque per dare valore ai ripescaggi di Serie D servirebbero almeno due rinunce.
Ultimo aspetto del regolamento: se la vincitrice di un Girone (ad esempio il Caldiero) dovesse rinunciare alla iscrizione allora subentrerebbe la seconda (Piacenza).
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Per i biancorossi comunque ci sarà la post season di maggio per Scudetto o playoff

SportPiacenza è in caricamento