rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Piacenza Calcio

Piacenza - Pagelle: D'Agostino e Tourè sono super. Zini: «La tripletta? Dedicata a chi mi è stato vicino»

L'uomo del giorno è Andrea Zini: «Ho sofferto tanto nel rimanere fuori quasi tutto il girone di andata, ora testa all'obiettivo». Rossini: «Il miglior primo tempo da quando alleno questa squadra». Prove eccellenti anche per Corradi, Artioli e la coppia centrale Silva-Somma

San Rocco Trasporti Banner

E’ felice mister Rossini per la reazione del suo Piacenza che ha liquidato la Casatese in meno di un tempo. «Oggi abbiamo giocato contro una squadra forte che sta facendo bene; siamo stati bravi a incanalare la partita sui binari giusti fin dai primi minuti. Penso che quella di oggi pomeriggio sia stata la migliore prestazione per intensità e qualità da quando alleno il Piacenza. Sono particolarmente contento perché dopo il pareggio di mercoledì sera la squadra ha reagito subito a partire dall’allenamento di giovedì. Zini? Credo che non si renda conto nemmeno lui delle qualità di cui dispone, ad ogni modo voglio elogiare tutta la squadra».

Ed è proprio lui l’uomo da copertina del pomeriggio, Andrea Zini. «Sul terzo gol mi ha dato una gran palla Matti, diciamocelo. Sul primo c’è stato un cioccolatino di Ste (D’Agostino, ndr)».
E’ la terza essenza della felicita Andrea Zini dopo la tripletta che ha steso in meno di un tempo la Casatese: «E’ vero, quel tiro a giro è un po’ la mia giocata preferita. Sono contento perché nella prima parte di stagione sono rimasto spesso fuori, quasi sempre, chi mi è stato vicino sa quanto ho sofferto nel vedere i miei compagni andare in campo. Per me conta solo trovare continuità, poi se arrivano i gol e gli assist ancora meglio».
Zini che torna ancora sul suo stop. «Ho avuto tanti infortuni nel corso della mia carriera e un po’ ci sono abituato, infatti quando inizio una stagione “spero” sempre di stare bene perché il mio lo faccio. Ora sono felice perché sto ritrovando minuti e riesco ad aiutare la squadra ad andare verso l’unico obiettivo che abbiamo. D’Agostino? Lui, Apo, Matti, Kernezo ti inventano sempre una giocata dal nulla. C’era rammarico per il 2-0 da 2-2 di mercoledì, è stata dura da digerire, oggi abbiamo mandato un messaggio importante. La tripletta? La dedico a me, alla mia famiglia e a tutte le persone che mi sono state vicine, ma non è la prima che faccio. Rossini? Persona super preparata, c’è stima reciproca, lui è preparato e penso si veda sul campo. Ora però testa al nostro obiettivo, lo conoscete».

Le pagelle

Maianti 6.5: poco sollecitato nel complesso, bravo e puntuale nella ordinaria amministrazione rimane una bella garanzia in assenza di Moro. Il gol sul punizione di Stefanoni è un concorso di colpa con tutta la squadra. Bene così.

Iob 7: conferma di essere in costante crescita, gioca una gran partita rientrando dalla noia muscolare che l’aveva stoppato mercoledì. Dal 35’ st Napoletano: SV.

Somma 7: muro, e il commento potrebbe terminare qui. In realtà da quando è arrivato non è mai più uscito, si conferma difensore centrale di caratura assoluta per la categoria.

Silva 7: un paio di interventi eccellenti, tanta saggezza e anche un po’ di regia arretrata quando serve. Il capitano rimane la garanzia di questa squadra.

Artioli 7+: confessiamo di avere un debole per questo giocatore, soprattutto da quando è andato a sinistra in difesa. Si è calato alla perfezione nei meccanismi di Rossini e nel progetto, magari non lo vedi molto però è parte attiva di ogni fase, quando si costruisce, quando si va in ripartenza e quando si difende.

Zini 8.5: quanto ci è mancato nel girone di andata? Enormemente. Addirittura si pensava potesse andare sul mercato a dicembre, la società invece ha sempre creduto in lui e ora Rossini si ritrova un’arma letale in più. Firma il primo gol con un perfetto inserimento di testa a schiacciare sul secondo palo. Poi fa due “repeat” sui successivi gol: tiro a giro e tanti saluti. Gigante. Dal 22’ st Kernezo SV.

Corradi 7.5: partitone a tutto tondo, ha iniziato a girare su livelli pazzeschi per la categoria e in occasione del terzo gol di Zini gli serve un cioccolatino che è solo da scartare.

Tourè 7.5: abbiamo sempre detto che la classe da palleggio è perfetta per il gioco di Rossini, lo stesso tecnico ha sempre detto che “ha solo bisogno di giocare e mettere minuti nelle gambe”. Questa volta tira fuori una prestazione eccezionale per quantità, qualità e ritmo. Dal 43’ st Ndoye: SV.

Bassanini 7: centra un palo, trova un paio di traversoni interessanti, è sempre lì se c’è bisogno. Bravissimi nelle due fasi, si conferma talento per la Serie D. Dal 43’ st Calegari: SV.

D’Agostino 7.5: qualità che sprizza da ogni parte. Serve un paio di assist vincenti eccellenti, di certo non può rimanere fuori in questa squadra. Dipinge tocchi ed è sempre velenoso. Peccato per il palo che gli nega il gol.

Marquez 6.5: forse quello più spento - se così possiamo dire - nel complesso ma attenzione perché gioca una gran bella partita, di gran cuore, si sbatte e lotta in ogni dove. Gli manca il gol. Dal 22’ st Recino 7: gioca e segna, entra dalla panchina e segna. Undicesima rete in biancorosso.

Rossini 8: bravo bravissimi, continuità pazzesca con 8 vittorie e 4 pareggi in 12 partite, ha trovato una fisionomia tattica ben precisa e deve fare i conti sempre (e bene) con tre assenze pesantissime come quelle di Gerbaudo, Andreoli e Bachini. Con la rosa al completo e da inizio anno il Piacenza sarebbe senz’altro già in fuga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Pagelle: D'Agostino e Tourè sono super. Zini: «La tripletta? Dedicata a chi mi è stato vicino»

SportPiacenza è in caricamento