Piacenza Calcio

Piacenza - Ora due partite da non sbagliare. Gonzi e Suljic: servono ulteriori verifiche

L'attaccante e il regista sono alle prese con dei problemi muscolari. I biancorossi sono chiamati a due successi, contro Pistoiese e Olbia, per togliersi dalla zona playout e agganciare il treno della salvezza diretta. Febbraio mese decisivo. Rientra Cesarini

Due partite da bollino rosso, non tanto per la forza degli avversari, Pistoiese e Olbia sono infatti alla portata del Piacenza, ma perché potrebbero disegnare un nuovo percorso per la squadra di Scazzola.
Se i biancorossi porteranno a casa sei punti nei prossimi due scontri diretti allora si potrebbe davvero tornare a ragionare in termini di “salvezza diretta”, o almeno quattro punti, diversamente il percorso diventerebbe più difficile e il Piacenza rischierebbe seriamente di rimanere nel pantano della zona playout.
Che febbraio fosse un mese decisivo - 6 partite in 28 giorni - lo si era capito da un pezzo e gli emiliani lo hanno iniziato benissimo (una vittoria e un pareggio) ma non basta, adesso viene il difficile: domenica 14 al Garilli scontro diretto con la Pistoiese, mercoledì 17 si vola ad Olbia per un altro match da non sbagliare, il 21 arriva il Lecco e il 28 febbraio impegno nella tana della capolista Renate.

Pistoiese e Olbia fondamentali? Sì. Perché il vagone della salvezza diretta si trova in fondo a solo 4 lunghezze di distanza: la Pergolettese è 13esima con 26 punti, il Piacenza è 17esimo con 22, nel mezzo ci sono appunto Olbia (22 ma con una partita da recuperare), Pistoiese (25) e Novara (26).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Ora due partite da non sbagliare. Gonzi e Suljic: servono ulteriori verifiche

SportPiacenza è in caricamento