Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Nicco: «Terzo posto? Si può fare, la strada è lunga e i playoff sono un campionato nuovo»

Il centrocampista sarà squalificato domenica a Carpi. «Peccato perché sto bene e sono in crescita. Lo spogliatoio? Il gruppo d'acciaio era ed è sempre stato il nostro segreto»

Gianluca Nicco (foto Trongone)

Mazda cx30 nuova-2Incassata l’importante vittoria di Ravenna il Piacenza si tuffa nella settimana che porta a una sfida da bollino nero domenica in casa di un Carpi lanciato a gonfie vele, che si è piazzato saldamente in terza posizione e nello scorso turno è stato capace di strapazzare la Reggiana con cinque reti. Esame più difficile per i biancorossi non poteva esserci ma da un certo punto di vista sarà una gara che dirà tantissimo sul futuro: la squadra di Franzini è ancora convalescente o no? Vincere nella tana del Carpi significherebbe riaprire di fatto la corsa al terzo posto e bussare forte alla porta delle pretendenti playoff, un pareggio darebbe comunque fiducia confermando il trend positivo nei big match (solo Triestina e Samb nelle prime nove in classifica hanno battuto il Piacenza) mentre un ko riporterebbe tutto ancora in discussione.
Franzini ha varato di nuovo la settimana tipo: martedì pomeriggio, doppia seduta aggiuntiva mercoledì e giovedì, venerdì allenamento a porte chiuse e sabato rifinitura. A fare il punto della situazione alla ripresa dei lavori è Gianluca Nicco, forse il centrocampista che più è mancato nella parte centrale della stagione. A Ravenna è dai suoi piedi che è nato l’assist per il gol di Della Latta e proprio su di lui punta forte Franzini per restituire slancio al 3-5-2 essendo, di fatto, l’unica mezzala pura che c’è in rosa. L’unico rammarico è che sarà squalificato e quindi a Carpi dovrà stare fermo ai box.

A Ravenna tre punti più importanti per il morale che per la classifica?
«Sono tre punti e ci volevano. Sono contento di come è andata la partita, ora però non dobbiamo mollare ma occorre trovare continuità nei risultati positivi. Ritengo sia un possibile punto di partenza per rimetterci in corsa, inoltre abbiamo giocato bene».

Piacenza che trova spesso gli avversari nel loro momento migliore: il Carpi ha strapazzato la Reggiana.
«Sarà una sfida difficilissima e il mio rammarico più grande è non poterla giocare perché sono squalificato. Loro li conosciamo, sono una squadra forte e con qualità, costruita per stare davanti perciò sarà una battaglia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza coronavirus - Chiuse tutte le palestre private

  • Emergenza coronavirus: manifestazioni sportive annullate, ma oggi le piscine sono aperte. Nuova ordinanza: fino al 25 chiusura totale

  • La regione Emilia Romagna riapre tutti gli impianti sportivi per allenamenti senza pubblico. Ma Piacenza potrebbe decidere diversamente

  • Ordinanza del Comune: divieto di allenamento per le società dilettantistiche e per le squadre giovanili

  • Un calciatore della Sarmatese positivo al coronavirus: alcuni suoi compagni in quarantena

  • Emergenza Coronavirus - Non solo partite ufficiali, sospesi anche gli allenamenti di tutti gli sport

Torna su
SportPiacenza è in caricamento