Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Monaco: «Serve una prestazione tosta»

Terza partita in una settimana per il Piacenza, che mercoledì pomeriggio (fischio d'inizio alle 15) affronterà a Castelfranco l'attuale capolista nel big match di giornata del turno infrasettimanale di Serie D. La squadra di Monaco è chiamata a...

Piacenza - Monaco: «Serve una prestazione tosta» - 1
Terza partita in una settimana per il Piacenza, che mercoledì pomeriggio (fischio d'inizio alle 15) affronterà a Castelfranco l'attuale capolista nel big match di giornata del turno infrasettimanale di Serie D. La squadra di Monaco è chiamata a fare punti dopo lo (sfortunato) stop interno contro l'Abano, e per farli bisogna ripartire proprio da quanto visto domenica scorsa. Ai biancorossi è mancato solo il gol, per il resto ci sono state buone risposte sia sulle trame di gioco, sia sull'intensità e sul numero di occasioni create, il tutto considerando sempre che il Piacenza sta affrontando queste partite senza l'attacco titolare. A Castelfranco Zanardo partirà ancora dalla panchina, Marrazzo è stato convocato ma difficilmente scenderà in campo (potrebbe andare in panchina) mentre Girometta è di nuovo fermo ai box per un risentimento muscolare al polpaccio. Out anche Sanashvili e Corso, Battistotti è uscito malconcio da uno scontro di gioco ma ci sarà e infine c'è qualche dubbio sul portiere Ferrari che in questi due giorni ha lavorato a parte.

«Purtroppo la situazione è questa - spiega Francesco Monaco alla vigilia del match - ma non pensiamoci, al contrario dobbiamo concentrarci sul fatto che domenica scorsa ci è mancato solo il gol ma in questi campionati bisogna essere più cinici se non si vuole essere puniti. Il Castelfranco è una squadra in vetta alla classifica, ha superato il Porto Tolle in trasferta che è una delle favorite e quindi sappiamo che domani servirà una prestazione importante per fare risultato». La squadra ha risposto bene alla strigliata di mercoledì che è costata l'eliminazione dalla Coppa, tuttavia Mauri e Redaelli sembrano in difficoltà a supportare i tre trequartisti più la punta. «E' successo domenica ma non le volte precedenti; diciamo che Mauri e Redaelli sono giocatori molto generosi e tendono, a volte, a mollare troppo le distanze tra loro; inoltre è necessario che il trequartista arretri più spesso per dargli aiuto. Ci stiamo lavorando». Possibile che il giovane Saber parta dall'inizio al posto di Minasola, a centrocampo ballottaggio tra Redaelli e Tarantino.

Probabile formazione Piacenza (4-2-3-1): Di Graci ('94), Battistotti ('97), Mei, Ruffini, Adiansi ('95), Mauri, Redaelli; Volpe, Saber ('95), Lisi; Delfanti. Leggi qui il programma della giornata e la classifica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio Dilettanti - Si va verso lo stop definitivo per Eccellenza, Promozione, Prima, Seconda e Terza Categoria

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Juventus U23-Piacenza 1-1: ancora un pari, Libertazzi miracoloso nel finale

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • La Gas Sales Bluenergy rischia il crollo, va sotto 2-0 poi recupera e batte Padova al tie break

Torna su
SportPiacenza è in caricamento