rotate-mobile
Piacenza Calcio

Piacenza - Monaco: «Giochiamo a viso aperto»

Piacenza che affila le armi e si prepara al primo vero esame della stagione, in casa di quel Delta Porto Tolle indicato da molti addetti ai lavori come il favorito del campionato e principale avversario, insieme a Correggese, Rimini ed Este, dei...

Piacenza che affila le armi e si prepara al primo vero esame della stagione, in casa di quel Delta Porto Tolle indicato da molti addetti ai lavori come il favorito del campionato e principale avversario, insieme a Correggese, Rimini ed Este, dei biancorossi. Fare i conti oggi è prematuro, tuttavia far saltare il banco portandosi via i tre punti da Rovigo rappresenterebbe la prima prova di forza della banda di Monaco che fino ad oggi non ha ancora affrontato degli scontri diretti. Per questi motivi la partita di domenica (in totale dovrebbero essere circa 250 i piacentini al seguito) è da bollino rosso, il Piacenza deve fare i conti con alcune assenze forzate mentre i veneti, reduci dalla sconfitta di Fiorenzuola, rinunceranno al regista Cappeluto fermato un turno dal giudice sportivo.

ASSENTI - «Purtroppo la situazione è quella che tutti conoscono - spiega Monaco alla vigilia della partita - cioè non ci saranno Ferrari, Lisi, Orlandi, Girometta e all'ultimo minuto si è aggiunto anche Strozzi». Per tutti problemi di natura muscolare tranne Girometta che sta rientrando ma non è ancora pronto, Lisi invece può già allenarsi ma in via precauzionale non sarà convocato. E' il momento di Zanardo. «La sfortuna ha messo fuori causa sia Lisi sia Orlandi, potrebbe essere il momento di far partire Zanardo dall'inizio, lo stiamo recuperando e per questa squadra è un giocatore importante». In attacco è prevedibile un tridente con Zanardo tra Volpe e Minasola, e Marrazzo punta avanzata. L'unico dubbio è a centrocampo, in ballottaggio per un posto sono Tarantino e Redaelli. «Il ballottaggio tra questi due è un dubbio che mi porterò dietro fino all'ultimo. Non ho ancora deciso».

PORTO TOLLE - «Sicuramente domenica si incontrano due squadre attrezzate per fare un campionato di vertice - prosegue il tecnico - e ne uscirà una gran bella partita, difficile, ma da affrontare a viso aperto. Il Porto Tolle davanti ha dei giocatori di assoluto livello, come lo è la coppia centrale di difesa del resto, però non possiamo snaturarci. Siamo una squadra che tende a imporre il proprio gioco, loro sono forti ma abbiamo le nostre carte. Per noi è importante il fatto che si sia sbloccato anche Marrazzo (7 gol nelle ultime due partite, ndr)».

PANCHINA - Quanto manca per vedere il Piacenza che ha in mente Francesco Monaco? «Non la metterei su questo piano. Sicuramente questa squadra possiede ampi margini di crescita su cui lavorare, allo stesso tempo i ragazzi si sono calati bene nella mentalità della Serie D, categoria che anche io sto imparando a conoscere, e sotto il profilo del sacrificio sono soddisfatto. Discorso diverso invece se parliamo di quanto manca; non posso rispondere perché al momento a causa degli infortuni non abbiamo potuto preparare una partita con tutti i ragazzi a disposizione. Spesso le partite si vincono con la panchina o facendo delle scelte durante la settimana».

Probabile formazione Piacenza - Di Graci ('94); Battistotti ('97), Mei, Ruffini, Zagnoni ('95); Mauri, Tarantino; Volpe, Zanardo, Minasola ('96); Marrazzo. Ballottaggio: Tarantino-Redaelli. Leggi qui il programma completo dell'ottavo turno e qui la classifica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Monaco: «Giochiamo a viso aperto»

SportPiacenza è in caricamento