Piacenza Calcio

Piacenza - Marco Gatti: «Vergognosi, chiediamo scusa ai tifosi». Pagelle: Scazzola da 4, come mezza squadra

Gatti parla a nome della società: «Ora c’è da fare solo una cosa: stare zitti, lavorare e riprendere il cammino che avevamo iniziato prima di Natale. Il Piacenza di oggi è stato troppo brutto per essere vero». Il tecnico: «Passo indietro, è stata una partita sbagliata sotto tutti i punti di vista»

Tintori 5: erroraccio sul primo gol, quella era una palla facile da tenere. Serbouti ringrazia e infila ma la colpa è da condividere con tutta la difesa. Si riscatta con un paio di parate importanti che limitano il passivo, ma l’errore sul primo gol rimane.

Masetti 5: non si vede, le poche volte che viene puntato va in affanno e fa anche lui confusione nei momenti cruciali.

Nava 5: perde la bussola della difesa. Parte bene, poi scompare e il primo gol è un errore collettivo da spartire su tutto il pacchetto arretrato.

Cosenza 4: in perenne difficoltà quando Fall lo punta, a un certo punto lo passa al triplo della velocità. Esce dopo 45’. Dal 1’ st Gonzi 5: prosegue nel suo momento di flessione che dura ormai da troppe settimane.

Parisi 4.5: totalmente fuori dalla partita, tuttavia la soluzione con lui quinto a destra e Munari interno non giova a nessuno dei due, soprattutto se stanno sulla stessa linea.

Munari 6: esce nella ripresa, da capire i motivi. Rimane l’unico in grado di accendere un piccole lume nel buio pesto della manovra. Dal 15’ st Luppi 5: è fuori forma, si vede.

Suljic 4.5: ha tirato la carretta per molto tempo, oggi però non è più in grado di incidere in nessun frangente. E’ uno di quelli con più esperienza e quando le cose vanno male dovrebbe prendere la squadra per mano. Non lo fa.

Giorno 4.5: lento, impacciato, non è in grado di dare ritmo alla gara. Perde un pallone che grida vendetta nel primo tempo e da cui nasce il primo gol del Sangiuliano. Dal 15’ st Plescia 5: sgomita, ci prova, ma non trova nulla.

Rizza 5: è anche lui tra i colpevoli dell’affanno generale perché se davanti va bene e si propone, nella fase difensiva non aiuta sulle folate di Fall che in fondo fa quello che vuole e manda in tilt la retroguardia.

Cesarini 4: totalmente disconnesso dalla partita. Dal 15’ st Palazzolo 5: entra in un momento particolare della gara, però non dà alcuna scossa

Morra 4: vaga per il campo, allunga su qualche lancio dalle retrovie, ma è poca roba. Dal 31’ st Zunno 5: cambio disperato, non si ottiene nulla dal suo ingresso.

Scazzola 4: partita completamente sbagliata nell’atteggiamento e nelle soluzioni. Dopo quattro mesi e una rosa mezza rivoluzionata il suo Piacenza fatica a trovare trame diverse dalle solite che, se va tutto bene rendono, ma alla prima difficoltà la squadra di squaglia. Forse è il caso di ragionare su un cambio di modulo e mandare in pensione il 3-5-2, la coppia Munari-Parisi fatica tremendamente sulla stessa linea del centrocampo, mentre la coppia Giorno-Suljic gioca al rallentatore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Marco Gatti: «Vergognosi, chiediamo scusa ai tifosi». Pagelle: Scazzola da 4, come mezza squadra
SportPiacenza è in caricamento