menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piacenza - Lo stadio fischia. Pergreffi: «Non ne farei un dramma perché pareggiamo una partita». Pagelle

Il capitano: «A volte i problemi ce li costruiamo da soli», spiega in sala stampa, «perché un pareggio non è un dramma. Poi se dal punto di vista di chi guarda dall’esterno se si pareggia una partita bisogna fare un dramma, facciamo pure un dramma»

Del Favero 6+: rimane inoperoso per larghi tratti di gara, ma nell’unica volta in cui è tirato in causa (sul tiro deviato di Schiavi nel primo tempo) si fa trovare pronto.

Della Latta 6: a volte si prende qualche rischio quando porta la palla, però almeno prova a creare superiorità numerica e, seppur dalla difesa, cerca di dare manforte alla fase offensiva.

Milesi 6: la difesa non rischia praticamente niente. Anche perché l’Imolese, primi 20 minuti a parte, praticamente non mette mai il naso fuori dalla sua metà campo.

Pergreffi 6: solito cuore di capitano. In difesa fa la sua parte, poi inizia a salire quando serve spingere al massimo, ma stavolta non trova fortuna.

Zappella 6: nel primo tempo è coraggioso e vivace, nella ripresa lui - che non è esattamente un peso massimo - fatica a spingere sul campo che si fa sempre più una poltiglia a causa della tanta acqua caduta in questi giorni. Dal 27’ st Sylla 5: stavolta non riesce a connettersi alla gara come aveva fatto a Fano, dove era stato decisivo. Si dà da fare, ma in alcune occasioni litiga con il pallone.

Nicco 5: incappa in una delle sue gare no, dove non gli riesce praticamente niente. Compreso un’occasione d’oro, forse la migliore, che gli capita davanti a Rossi. Dal 27’ st Bolis 6: calcia una punizione, si fa vedere in avanti. Insomma, dà una mano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento