menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piacenza - Le pagelle: squadra spenta e senza idee. La difesa è in crisi e in attacco non si vede nulla

Si salvano giusto le prestazioni di Palma e Lamesta ma per il resto il Piacenza sembra essere in involuzione e anche il modulo senza attaccanti di riferimento non dà risultati

Palma 6: uno dei pochi a salvarsi. È una sorta di predicatore nel deserto: corre tantissimo, si arrabbia, imposta, aggredisce e si sacrifica perfino in chiusura. Nel primo tempo va vicino al gol con uno dei pochi tiri dei biancorossi. In questo momento difficile, il Piacenza deve aggrapparsi a lui.

Galazzi 5: prova incolore e senza guizzi. La gara gli scivola addosso, così come l’Alessandria riesce ad avere la meglio senza scomporsi più di tanto sul Piacenza. Dal 27’ st D’Iglio s.v.

Lamesta 6: che fosse in forma lo si era intuito già nelle uscite precedenti. E stavolta, pur in un contesto di grigiore generale, conferma le buone sensazioni sul suo conto. Intendiamoci: non combina grandi cose, però mette in mezzo almeno quattro o cinque palloni mica male. I compagni avrebbero potuto sfruttarli meglio. Dal 30’ st Ballarini s.v.

Gonzi 5: si divora l’occasione più grande della partita. Quando si gioca su campi così complicati, riuscire a sfruttare l’unica chance diventa fondamentale. Stavolta né lui né il Piacenza ci sono riusciti, peraltro nel contesto di una prestazione molto distante da altre offerte in precedenza. Dal 27’ st Maritato 5,5: si fa vedere, qualche sponda. Zero iniziative pericolose.

Corradi 5: la sua è la cattiva prestazione che pesa di più nell’economia della partita dei biancorossi. Lui è un leader, a livello tecnico e di personalità. Se manca, come oggi, sono dolori. In effetti, sbaglia praticamente tutto quello che gli capita nei piedi e poi scompare fino alla sostituzione. Dal 17’ st Siani 5,5: appena entrato si fa notare per un colpo di testa. Poi, però, poco o null’altro.

All. Manzo 5: brutto Piacenza. L’avversario è forte, ma i biancorossi concedono troppo: e non è una novità, visto che hanno la peggior difesa del girone insieme alla Lucchese. Davanti sono quasi nulli e vanno vicini al gol solo quando l’Alessandria fa gentili concessioni. Che non sia il caso di rivedere il modulo di gioco senza punte di ruolo? Forse sì, ma è la macchina nel suo complesso a essersi inceppata dopo la belle prove con Lecco e Renate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento