rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Piacenza Calcio

Piacenza - Le pagelle: Dubickas e Lamesta accendono la luce. Scazzola: «Contento a metà»

Biancorossi che giocano un brutto primo tempo ma crescono nella ripresa e in fondo l'1-1 è un risultato meritato e giusto

«Sono contento a metà - ha detto Scazzola nel post gara - perché in fondo siamo riusciti segnare solamente a pochi minuti dalla fine, contro una delle squadre più in forma del campionato. Li abbiamo limitati abbastanza, nel primo tempo siamo stati troppo lenti nella manovra e gli abbiamo lasciato una sola occasione, che abbiamo anche pagato a caro prezzo, mentre nella ripresa potevamo concretizzare di meglio quello che avevamo creato e in fondo potevamo anche provare a vincerla».

Le pagelle

Pratelli 6: sul gol non ci poteva fare granché, invece fa una bella parata su Di Molfetta e nel complesso si fa sempre trovare preparato quando viene chiamato in causa.

Armini 6,5: partita di grande personalità. Quando la squadra è tutta protesa in avanti alla ricerca del pareggio, è lui a metterci una pezza su un contropiede cruciale che avrebbe potuto affossare definitivamente le ambizioni del Piacenza.

Nava 6,5: in difesa è uno dei più in forma. Sbaglia poco, è sempre reattivo e si spende generosamente anche nella costruzione della manovra.

Marchi 5,5: non gioca una partita malvagia, ma pesa molto l’errore che ha propiziato la rete della Feralpi. D’accordo che è un errore in comproprietà, però lui aveva già un gol sulla coscienza nella partita precedente contro il Lecco.

Parisi 6: pasticcia insieme a Marchi in occasione del gol di Miracoli, i due finiscono infatti per ostacolarsi e lasciano incustodito un pallone d’oro per l’attaccante gardesano. Dal 21’ st Lamesta 6,5: dà una spinta in più e, soprattutto, finalmente con lui entra in campo qualcuno in grado di saltare l’uomo. Un paio di cross li sbaglia, ma uno è un vero cioccolatino (quello per Dubickas) ed è un peccato che non abbiamo maggior fortuna.

Suljic 6,5: sale di tono nel secondo tempo e guida da buon metronomo il forcing del Piacenza. Una pressione peraltro culminata con il gol del meritato pareggio.

Marino 5,5: nel primo tempo soffre e non riesce a mettersi in evidenza. Nel secondo tempo sembrava andare meglio, ma Scazzola lo sostituisce. Dall’ 11 st Bobb 6: tocca molti palloni. Non lo fa sempre con la dovuta precisione e commette qualche peccato di eccessiva foga, ma per lo meno si fa sentire.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Le pagelle: Dubickas e Lamesta accendono la luce. Scazzola: «Contento a metà»

SportPiacenza è in caricamento