rotate-mobile
Piacenza Calcio

Piacenza - Le pagelle: Cesarini, che partita! Errore imperdonabile di Tafa, salterà la Lucchese

Gran prova della difesa e del centrocampo: Palma, Suljic e Corbari sono da 7. E Scazzola trova la terza vittoria nelle ultime 4 gare

Suljic 7: lì in mezzo, con Corbari votato all’inserimento e Palma in cabina di regia, gli resta il ruolo di filtro alle iniziative avversarie. Lo interpreta alla grande, perché infatti riesce a conquistare molti palloni e a dare una buona mano anche in impostazione.

Visconti 6,5: dall’altra parte Pedone spinge parecchio, quindi cerca di non sbilanciare troppo la squadra soprattutto nel primo tempo. In ogni caso, comunque, fa la sua parte molto bene in fase difensiva, senza commettere un solo errore. Dal 18’ st De Respinis 6: entra a partita in corso con spirito da ex battagliero. Sarebbe anche riuscito a segnare un gol, se solo l’urlo non gli fosse stato strozzato in gola dalla bandierina dell’assistente.

Gonzi 6,5: all’inizio è molto attivo e crea qualche apprensione alla Pro Sesto, poi però si annebbia leggermente nella fase centrale della gara. Nel finale, è molto prezioso nel tenere il possesso del pallone e mettere così in ghiaccio la partita.

Cesarini 8: aveva giocato benissimo contro il Como, si è ripetuto in un’altra gara importantissima (forse anche di più) contro la Pro Sesto. L’altra volta gli erano mancati i gol, stavolta ne sono arrivati due da calcio di rigore. Il secondo, per altro, se lo conquista direttamente lui con un gran numero ubriacante sul diretto avversario. Dal 30’ st Lamesta 7: in poco più di 15 minuti confeziona un assist a De Respinis (che segna, ma si trovava in fuorigioco) e segna il suo secondo gol stagionale di testa. Meglio di così, probabilmente, non poteva fare.

All. Scazzola 8: il suo Piacenza gioca una partita perfetta e confeziona il secondo successo consecutivo, il terzo in quattro gare, stavolta sul campo di una diretta concorrente nella lotta per non retrocedere. Il tecnico dal suo arrivo ha trasformato completamente i biancorossi, ormai diventati squadra quadrata, sicura di sé e in grado di difendersi egregiamente. Nella resurrezione del Piacenza, insomma, c’è molto, moltissimo di lui.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Le pagelle: Cesarini, che partita! Errore imperdonabile di Tafa, salterà la Lucchese

SportPiacenza è in caricamento