rotate-mobile
Piacenza Calcio

Piacenza - Lamesta, Simonetti e Codromaz verso la cessione. Il calciomercato torna a essere fondamentale

Il ds Scianò, dopo la tegola Corbari, dovrà intervenire sul reparto centrale della mediana con uno o due innesti di qualità. Intanto i biancorossi preparano gli ultimi due appuntamenti del 2021: sabato al Garilli contro il Seregno e martedì prossimo a Trento. L'obiettivo è arrivare alla pausa con almeno 25 punti

Realab Proposta2-74 (trascinato)Dopo il turbolento ma robusto pareggio ottenuto domenica sul campo della FeralpiSalò il Piacenza si tuffa negli ultimi 10 giorni del 2021, in cui i biancorossi proveranno a raccogliere il massimo per poter così andare a riposo nella pausa Natalizia con una situazione di classifica migliore di quella attuale.
Si parte sabato pomeriggio con il delicatissimo impegno al Garilli (ore 14.30) contro il Seregno, formazione che fin qui avrebbe fatto anche bene se non fosse entrata in un caos pazzesco dopo i recenti sviluppi con denunce e contro denunce tra il presidente Erba e l’ex dg Corda (addirittura in un’intervista alla Gazzetta dello Sport l’ex biancorosso Fumagalli ha parlato di «clima da Gomorra dentro lo spogliatoio» e la Procura di Monza ha ipotizzato i reati di minaccia e violenza privata, leggi qui).
Problemi del Seregno a parte, il Piacenza non saprà bene che partita aspettarsi ma di certo serve il bottino pieno per poi andare con un buon carico di fiducia a Trento martedì prossimo, nell’ultimo turno dell’anno e che apre anche il girone di ritorno. Poi la pausa.

E proprio dopo queste due partite il Piacenza dovrà tuffarsi a capofitto nel calciomercato che è passato dall’essere un’occasione per puntellare la squadra a fondamentale dopo l’infortunio di Corbari. Con l’arrivo di Raicevic lo scorso novembre il reparto avanzato è al completo anzi, qui probabilmente ci sarà la cessione in prestito di Lamesta verso un club che gli permetta di giocare con maggior continuità. I dolori arrivano dal centrocampo: con Corbari fuori dai due ai tre mesi e Bobb che partirà per la Coppa d’Africa (salterà minimo i primi 20 giorni di gennaio) il reparto è decisamente sotto stress dal punto di vista numerico. Affrontare l’inizio del 2022 con i soli Suljic, Marino e De Grazia può essere un rischio e solo a gennaio sono in calendario 4 gare. Qui occorrerà dunque intervenire con almeno un innesto di rilievo, meglio due. I profili? Difficile dirlo ora, senz’altro tutti e tre i superstiti hanno qualità buone per essere incontristi o di regia, perciò servirà un innesto che sappia sfruttare gli inserimenti come fa appunto Corbari.

Sempre sul fronte cessioni probabilmente partirà in prestito anche Simonetti (per lo stesso motivo di Lamesta) e si va verso la cessione di Codromaz che pian piano è spartito dai radar di Scazzola. Se si concretizzassero queste tre cessione, più quella di Spini che è già andato al Calvina, il Piacenza potrebbe liberare quattro posti in rosa (cinque se partisse anche Burgio) e quindi agire di conseguenza sul calciomercato che aprirà i battenti il 2 gennaio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Lamesta, Simonetti e Codromaz verso la cessione. Il calciomercato torna a essere fondamentale

SportPiacenza è in caricamento