Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - La soddisfazione di Franzini: «Una grande vittoria». Le pagelle

Il tecnico si coccola Pesenti: «Che bello averlo in piena forma, è uno che fa reparto da solo». In campo brillano proprio l'attaccante e Castellana. Corazza non al meglio

Il successo di Viterbo ha cancellato tutto il rammarico di Arnaldo Franzini per la sconfitta di Carrara, dove il Piacenza, pur giocando una buona partita, aveva perso incassando due reti nel finale. «Sono soddisfatto della vittoria, perché è la cosa più importante», attacca l’allenatore del Piacenza nel post partita, «ma anche perché abbiamo dato continuità alla prestazione di Carrara, dove avevamo giocato anche meglio di oggi. Per certi versi, sono state partite simili tra loro». Tre punti che esorcizzano la sfortuna per i tanti infortuni: «Non mi piace attaccarmi alle assenze, però devo dire che abbiamo retto bene. Lo stesso Segre non avrebbe giocato se avessi avuto a disposizione un altro centrocampista. In ogni caso, chi c’è si sta comportando bene e lo voglio sottolineare. Nelle ultime 6 partite, abbiamo ottenuto 3 vittorie, 2 pareggi e una sola sconfitta. Quindi si può finalmente parlare di una certa continuità di risultati». 

Il vero valore aggiunto di questo Piacenza è Massimiliano Pesenti, centravanti ritrovato dopo un avvio caratterizzato da problemi fisici e partite deludenti: «Sono tre partite che possiamo dire di averlo in piena forma. E si vede. Quando lo abbiamo preso a gennaio era come non averlo, aveva male a un piede e zoppicava. Adesso è uno che fa reparto da solo e del resto lo avevamo preso proprio per questo motivo». Altro eroe di giornata il terzino Alessandro Castellana, autore di un gol bellissimo: «Sono colpi nelle sue corde, del resto qualche gol l’ha sempre fatto», sorride Franzini, «sia quando giocava in serie D, che nel campionato di serie C fatto con me al Pro Piacenza». Si può parlare di un passo avanti decisivo in chiave playoff? «È ancora tutto da discutere, soprattutto perché abbiamo un calendario molto difficile. Di certo, però, questa squadra sta dando segnali di solidità e, da qualche partita a questa parte, di maggiore pericolosità offensiva. Non è stato facile arrivare a questo perché abbiamo dovuto cambiare sempre, anche 5-6 giocatori per volta, a causa dei tanti problemi fisici che ci sono capitati». 

Pagelle

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio Dilettanti - Si va verso lo stop definitivo per Eccellenza, Promozione, Prima, Seconda e Terza Categoria

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Juventus U23-Piacenza 1-1: ancora un pari, Libertazzi miracoloso nel finale

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • La Gas Sales Bluenergy rischia il crollo, va sotto 2-0 poi recupera e batte Padova al tie break

Torna su
SportPiacenza è in caricamento