menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piacenza - La panchina di Manzo torna in discussione, lunedì si decide. Si fa il nome di Scazzola

Sono nuovamente ore di riflessione in società, rimane viva la possibilità di un cambio in panchina con l'arrivo di Scazzola? Battistini: «Siamo a quasi a febbraio e siamo sempre giù. Dobbiamo correggere gli errori ma va fatto in fretta».

Promette rumore la sconfitta del Piacenza a Grosseto, almeno quanto quella di Lucca o il pareggio con la Pergolettese prima di Natale che avevano portato il tecnico Vincenzo Manzo a un passo dall’esonero.

Un confronto serrato - e a tratti durissimo - tra dirigenza e proprietà era sfociato nel rinnovo della fiducia nel tecnico ma oggi la situazione rischia di precipitare nuovamente perché il Piacenza aveva bisogno dei tre punti che mancano da un’eternità, la classifica si fa sempre più difficile.
Nelle ultime 5 partite sono arrivati 4 punti, peggio ha fatto solamente il Novara che, c’è dire, è in caduta libera per alcune vicende societarie. Il problema del Piacenza è tutto di natura tecnica, non è una novità che a una parte della società piaccia il nome di Scazzola e potrebbe tornare di moda nelle prossime ore. Difficile che una decisione arrivi già entro la serata di domenica, sarà fondamentale in questo processo la giornata di lunedì, alla finestra c’è il prossimo impegno di sabato al Garilli contro il Pontedera e il presidente Roberto Pighi ha imposto alla squadra l’allenamento anche domani. Rumoreggiano anche i tifosi, stanchi dell’andamento della squadra.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento