Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - La carica dei 350 del settore giovanile. Guareschi e Moretti: «Siamo sulla strada giusta». FOTO

La Festa Biancorossa è stata anche l'occasione per presentare tutte le squadre e i tecnici del vivaio biancorosso. «La vittoria del campionato Nazionale con l'Under 15 ha dato concretezza al nostro lavoro ma l'obiettivo rimane crescere i giovani»

Da sinistra Rancati, Moretti e Guareschi

Eclipse cross-2Si riparte dal titolo Nazionale Under 15 vinto lo scorso maggio e dai numerosi ragazzi che sono andati in altri settori giovanili, tra i più blasonati d’Italia. Crescere giovani, svezzarli e lanciarli; con questo proposito il settore giovanile del Piacenza Calcio si tuffa nella stagione 2019/2020 che inizierà domenica con il primo impegno di campionato di Under 17 e Under 15 contro il Padova.
La Festa Biancorossa dei tifosi è anche l’occasione per la presentazione del settore giovanile felicemente guidato dal duo Guareschi-Moretti con il prezioso supporto dell’infaticabile Pietro Rancati, dei responsabili, della segreteria e dei coordinatori.
«La strada che abbiamo intrapreso è quella giusta - ci spiega Francesco Guareschi, direttore settore giovanile biancorosso - e c’è tanto entusiasmo attorno a noi a partire dalla scuola calcio. I numeri di questa stagione sono davvero importanti, se consideriamo anche le ragazze del settore calcio femminile, stiamo parlando di circa 350 giovani che vestono la nostra maglia e questo è il nostro primo e più grande successo». Svezzare calciatori, ma vincere è sempre bello? «Vincere il titolo Nazionale con l’Under 15 ha dato una sorta di concretezza al nostro lavoro, ci indica che la direzione percorsa è quella giusta. Inoltre ha avuto un forte impatto a livello d’immagine. Chiaramente è la punta dell’icerbeg, quando arrivi a un risultato del genere è perché tutte le componenti hanno funzionato bene, dal rapporto tra il tecnico e i giocatori a quello con la dirigenza, soprattutto i genitori hanno capito l’obiettivo e questo non è sempre scontato dentro a un settore giovanile».

Parole sottolineate anche da Daniele Moretti, responsabile tecnico del vivaio di via Gorra. «Nella vittoria dell’under 15 c’è stata fortuna, bravura, spirito di sacrificio e lavoro quotidiano e quindi ne siamo felici ma i nostri obiettivi rimangono altri. Il lavoro di tutti i giorni con allenatori qualificati, lo svezzare i ragazzi da un punto di vista umano e poi tecnico, su questo puntiamo. Ci tengo a sottolineare la continuità con gli istruttori della passata stagione - prosegue Moretti - negli ultimi anni abbiamo cambiato poco e con quelli scelti stiamo portando avanti un discorso importante, sono tutti ottimi allenatori qualificati. E’ ovvio che siamo molto felici di aver lanciato alcuni ragazzi in settori giovanili che sono di categoria superiore, penso a Semenza che è andato all’Inter, a Borsatti alla Cremonese o ancora a Turrà al Bologna e Poerio al Pisa. Insomma stiamo facendo un ottimo lavoro».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • Un Piacenza decimato dal Covid ha ripreso gli allenamenti, difficile che venga rinviata la gara con la Giana Erminio

  • Il Bertocchi diventa un campo all'inglese: erba artificiale, tribuna ampliata e coperta

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Il Piacenza fa la conta per la sfida di mercoledì contro la Giana Erminio. Sono 14 gli indisponibili

Torna su
SportPiacenza è in caricamento