Piacenza Calcio

Piacenza - L'attacco flop è il problema, a gennaio si va sul mercato. Franzini l'unico che può indicare la rotta

Marco Gatti ha dato il mandato di acquistare un attaccante di peso nella sessione invernale di calciomercato. Impietosi i numeri del reparto offensivo: anche la difesa ha segnato più gol. Franzini l'unico in grado di guidare il Piace fuori dal pantano

Arnaldo Franzini con il presidente Marco Gatti

Il Piacenza che torna da Pistoia si trova costretto a fare i conti con una classifica che lo vede fuori dalla griglia playoff in 12esima posizione - ma nemmeno poi così distante dalla passata stagione quando, dopo 15 gare, i punti erano 22 contro i 18 di oggi ma con una partita in meno -, soprattutto il solo punto raccolto nelle ultime tre gare ha aperto una discreta crisi in casa biancorossa.
L’occasione, se vogliamo guardare al futuro positivamente, è di quelle importanti per crescere perché la Pistoiese, come Giana Erminio e Carrarese se non si vuole andare troppo indietro, ha evidenziato un problema che può essere risolto: al netto di tutte le squalifiche la squadra di Franzini ha un concreto problema nel reparto offensivo.

ATTACCO FLOP
L’attacco del Piacenza ha degli evidenti limiti e conti alla mano è questo il grande nodo da sciogliere. Le 11 reti segnate l’anno scorso da Taugourdeau hanno mascherato un problema che oggi si ripresenta con forza. Romero sta subendo una preoccupante involuzione, il giocatore non dà mai la sensazione di poter finalizzare la mole di gioco creata - contro la Pistoiese, numeri alla mano, sono arrivati in area oltre 20 palloni - mentre tutte le squadre che puntano alla zona playoff hanno un cannoniere di categoria. Peggio va per Nobile che dentro l’involuzione c’è già da tempo; il giocatore non riesce a essere pericoloso o funzionale in alcun modo e se per entrambi non è in dubbio lo spirito di sacrificio, è altrettanto corretto dire che al Piacenza mancano i gol dei suoi attaccanti. Delle 18 reti segnate solamente 4 sono arrivate dall’attacco, tre di Romero e una sola da Zecca, per il resto è notte fonda. A tenere in piedi la squadra sono le parate di Fumagalli e i gol dei centrocampisti: tre Morosini, due Pederzoli, due Segre, una Scaccabarozzi e una Della Latta. I difensori, Pergreffi (2), Silva, Bini e Mora hanno segnato più degli attaccanti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - L'attacco flop è il problema, a gennaio si va sul mercato. Franzini l'unico che può indicare la rotta

SportPiacenza è in caricamento