Piacenza Calcio

Piacenza - Inizia l'era di Cristiano Scazzola. «Mai avuto dubbi, ora dobbiamo crescere ancora»

Il tecnico ha trovato l'accordo col club, guiderà i biancorossi fino al 2023. Si apre un ciclo che punta a crescere in due anni. «Il girone di ritorno che abbiamo fatto non è veritiero rispetto alla qualità che abbiamo realmente. La base c'è, ora dobbiamo migliorarla perché il nome del club è importante»

Di dubbi ce n’erano pochi, anzi, pochissimi. Cristiano Scazzola sarà ancora il tecnico del Piacenza Calcio nella stagione 2021/2022 e il club - dopo l’incontro lampo in mattinata tra l’allenatore, il dg Scianò, il presidente Pighi e il vice Polenghi - ha colto la palla al balzo per allungare l’accordo fino al 2023. Insomma, parte ufficialmente l’era Scazzola. L’uomo dei 31 punti in 18 partite, che ha raccolto un Piacenza in fondo al dirupo e in punta di piedi, senza promettere mari e monti, l’ha portato a una salvezza che scontata non era, almeno a fine gennaio.

E con la stessa schiettezza commenta il suo «sì» al Piacenza. «E’ vero, nelle ultime ore mi hanno cercato anche altre squadre, qualche chiamata l’ho ricevuta, non ho mai avuto dubbi nel rimanere a Piacenza. C’erano solo alcune cose da sistemare, ora dobbiamo remare tutti nella stessa direzione perché ogni singolo pezzo del puzzle porta punti alla causa». E ancora più sinceramente. «Non era tanto una questione di garanzie, Piacenza è già “tanta roba” perché la società è seria, programma e ti permette di pensare solo al campo. Non avevo dubbi su questo aspetto che dovrebbe essere scontato, ma non lo è in Serie C, attenzione però, perché il girone di ritorno che abbiamo fatto non è veritiero rispetto alla qualità che abbiamo realmente».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Inizia l'era di Cristiano Scazzola. «Mai avuto dubbi, ora dobbiamo crescere ancora»

SportPiacenza è in caricamento