Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Il sogno è Pera e si punta a Selvatico

Inizia il primo sprint decisivo per il Piacenza, chiamato a scegliere il tecnico che guiderà la truppa biancorossa nella prossima stagione in Serie D (anche se è ancora viva la speranza di un ripescaggio in Lega Pro) dopo l'esonero, mai comunicato...

Manuel Pera, quest'anno in Serie D col Rimini ha firmato 30 gol in 35 presenze (foto newsrimini.it)
Inizia il primo sprint decisivo per il Piacenza, chiamato a scegliere il tecnico che guiderà la truppa biancorossa nella prossima stagione in Serie D (anche se è ancora viva la speranza di un ripescaggio in Lega Pro) dopo l'esonero, mai comunicato ufficialmente, di Luciano De Paola.
Cornacchini o Cari sono i nomi snocciolati dal direttore sportivo Massimo Cerri, attenzione però a Bagatti della Correggese che piace alla dirigenza anche se il candidato numero uno rimane quell'outsider su cui in via Gorra si sono cuciti la bocca. Sono attese novità per questo fine settimana, al massimo per l'inizio della prossima, certo è che la società non ha assolutamente intenzione di riproporre il balletto della passata stagione.
Una volta fatta per il tecnico allora si procederà con le conferme dei giocatori e Cerri si è già mosso in entrambi i sensi di marcia. Difficile e magari prematuro avanzare delle ipotesi, ma una lista di possibili partenti c'è già: Di Maio e Cifarelli in difesa, Montanari e Orlandi a centrocampo, Tiboni, Delfanti e Bertazzoli in attacco. Per Cerri al momento sono «tutti riconfermabili» come ci ha detto in una recente intervista, tuttavia difficilmente tra questi sette qualcuno rimarrà in biancorosso.
Discorso a parte meritano Saber e Mauri, col primo andrà trovato un accordo con l'Entella proprietaria del cartellino, mentre per il secondo tutto dipenderà dal modulo di gioco del nuovo allenatore. A centrocampo si profila un testa a testa tra Magrin (Seregno) e Selvatico (Correggese), entrambi i giocatori sono stati contattati e piacciono molto alla dirigenza come Rubbo dell'Este.
Stesse valutazioni per il reparto offensivo: Pera è il sogno del presidente Marco Gatti, al momento le parti sono distanti e si sta lavorando per un avvicinamento tra domanda e offerta, occhi puntati anche su l'attaccante del Fidenza DelPorto.
Il presidente Marco Gatti per la prossima stagione ha stanziato un budget davvero rilevante, aumentato rispetto all'annata appena conclusa, e quindi non è assolutamente da escludere il fatto che riesca a regalare ai tifosi biancorossi quel Pera che ha vinto il titolo di capocannoniere (30 reti) col Rimini. Il giocatore al momento aspetta le mosse del club romagnolo, se non sarà convinto del progetto allora il Piacenza proverà a sferrare l'attacco decisivo.
Infine domenica scorsa lo stato maggiore del Piacenza ha assistito alla partita dei playoff di Serie D tra Sestri Levante e Seregno; lo scopo era guardare il portiere dei lombardi Simone Cortinovis (classe '96, in questo ruolo piace Boccanera del Castiglione), valutare Magrin e prendere appunti sulla crescita di Sanshvili, esterno classe '96 di proprietà dei biancorossi, ma sembra che sul taccuino di Cerri sia finito anche un giocatore della squadra ligure.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento