Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Il presidente Marco Gatti: «A Siena sarà battaglia ma vogliamo dare forma al nostro sogno»

Il numero uno di via Gorra: «Nessuno ci ha regalato nulla in questa stagione, a Siena sarà una partita per cuori forti ma siamo a un solo passo dalla Serie B». Venduti finora oltre 1800 biglietti, si va verso il tutto esaurito con 2500 piacentini in trasferta

In primo piano Marco Gatti, dietro il vicepresidente Roberto Pighi, il fratello Stefano con il figlio Emilio. La proprietà del Piacenza Calcio

Sono due i concetti che il presidente Marco Gatti esprime a poco più di 48 ore dal match che vale una stagione, Siena-Piacenza. «Quando siamo partiti 7 anni fa con il nostro progetto avevamo due obiettivi - spiega il numero uno di via Gorra - riportare il Piacenza nel calcio che conta e far innamorare nuovamente i piacentini della propria squadra dopo lo scandalo del calcioscommesse e il fallimento. Il secondo obiettivo l’abbiamo centrato, tra Entella, Olbia e la trasferta di Siena stiamo muovendo migliaia di tifosi, sintomo che la scintilla arde ancora nel cuore dei piacentini, ora dobbiamo completare il lavoro e prenderci la B diretta».
Marco Gatti parla di B diretta e fa benone, la parola playoff a Piacenza non è presa in considerazione da nessuno (con il secondo posto saremmo oltre la metà del percorso) perché la Serie B è lì a pochi passi, manca una vittoria.
«Abbiamo giocato su campi incredibili - prosegue Gatti - penso a San Polo d’Enza, Pontenure, Pontedellolio in Eccellenza, ora siamo qui a giocarci la possibilità di tornare nel calcio che conta davvero. Non nascondo di essere molto nervoso e teso, in questa stagione nessuno ci ha regalato qualcosa e sarà così anche a Siena: quella di sabato la terza guerra in due settimane, le prime due le abbiamo vinte, manca l’ultima. La squadra ha una grande opportunità e mi fido molto dei miei giocatori, anche per loro sarebbe un’occasione fantastica centrare questo obiettivo».
Che Piacenza vuole vedere Marco Gatti? «Lo striscione dei nostri tifosi ha reso bene l’idea contro l’Entella: lupi feroci. Ecco, dobbiamo essere lupi feroci». Viaggerà con la squadra? «No, lavoro fino a venerdì sera poi sabato partirò di buon ora per Siena insieme alla mia famiglia».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sport di contatto, oggi riapre anche la Lombardia. E in Emilia-Romagna si preferisce far finta di niente

  • Sport di contatto: Bonaccini scarica la responsabilità sull'assessore Donini. «Aspetto il via libera dalla mia sanità»

  • Calciomercato - Piacenza: occhi sull'attaccante Francesco Maio e sul centrocampista Alberto Acquadro

  • Piacenza e Corradi: fase di stallo ma il nodo va sciolto in fretta. Sestu non tornerà in biancorosso

  • Calciomercato Dilettanti - Alsenese: quante riconferme. Lo Junior Drago farà due squadre, una in Seconda e una in Terza

  • Calciomercato Dilettanti - Nibbiano&Valtidone: corsa a tre per la panchina. Il favorito è Sergio Volpi

Torna su
SportPiacenza è in caricamento