menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Della Latta è il cecchino da fuori area

Della Latta è il cecchino da fuori area

Piacenza - Il 3-5-2 funziona in chiave gol, a mancare sono le reti della seconda punta. L'analisi

Dei 28 gol segnati dai biancorossi nel girone di andata ben 11 sono arrivati sviluppando la manovra sulle corsie laterali. La media è più alta di quella generale, a mancare sono le reti - e quindi i punti - del secondo attaccante: solo 2 tra Cacia e Sylla

Mazda cx30 nuova-2Dal calciomercato del Piacenza si è capito che non bisognerà aspettarsi colpi ad effetto, piuttosto la scelta è quella di puntellare la rosa nelle zone in cui serve: una spalla per Paponi - e infatti è arrivato Polidori -, un difensore come Castellana capace di giocare nella difesa a tre o fare il quinto di centrocampo a destra all’occorrenza, un mediano under per sopperire alla partenza (se partirà) di Giandonato e un altro attaccante per completare un reparto che conta, oltre a Paponi e Polidori, il solo Sylla. C’è un dato chiaro che si evince dal mercato, il fatto di voler proseguire sul 3-5-2, un modulo che Franzini ha varato ormai tre campionati fa, nel derby vinto con la Cremonese, e a cui torna ciclicamente per far quadrare i conti in zona punti.

Ma come viene applicato il 3-5-2 dal Piacenza? Da una parte c’è chi accusa un’eccessiva propensione a difendere con gli esterni, quasi sempre Zappella a destra e Imperiale a sinistra, ancorati sulla linea dei tre difensori centrali formando così una linea a 5 uomini, impoverendo di fatto il centrocampo e la conseguente spinta offensiva. Dall’altra c’è chi chiede una maggiore varietà nella costruzione della manovra. Franzini però ama arrivare il più velocemente possibile in zona gol, è risaputo, ed è proprio la distribuzione delle reti nel girone di andata (28) a smentire molte opinioni sull’impostazione difensiva e monotona dei biancorossi.
I due quinti di centrocampo stanno sempre ancorati alla difesa? I numeri dicono altro: dei 28 gol segnati dai biancorossi (quarto miglior attacco, solo le prime 3 hanno sfondato i 30 gol) sono ben 11 quelli arrivati da cross degli esterni. La distribuzione è piuttosto equilibrata con 5 assist vincenti da destra e 6 vincenti da sinistra. In due occasioni (contro Padova e SudTirol, Imperiale e Nannini) è stato proprio il quinto di centrocampo a destra a servire il cross vincente per l’inserimento del quinto di sinistra. Insomma l’interpretazione più naturale del 3-5-2, cioè sviluppare il gioco sulle fasce laterali, viene fatta bene dal Piacenza e soprattutto è una tattica redditizia, i numeri stanno lì a testimoniarlo come conferma la costante e importante crescita dei tre giovani che compongono il parco esterni: Nannini, Zappella, Imperiale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento