rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Piacenza Calcio

Piacenza - I primi giorni di Vincenzo Manzo: «Strutture al top e ottimo gruppo. Corradi? Se rimane sono contento»

Il tecnico biancorosso traccia un primo bilancio: «Alla società non chiederò nulla, faccio con quello che mi mettono a disposizione ma la filosofia della stagione era nota da tempo. Sono arrivati giovani di prospettiva e con margini di crescita, ora sta a noi»

Quindi non c’è paura di lavorare su un numero molto alto di scommesse?
«I giovani arrivati hanno del potenziale, questo è l’importante. Non sono ragazzi senza prospettive».

A settembre si aspetta almeno un regalo da parte della società?
«Con Di Battista ci confrontiamo tutti i giorni prima al campo di allenamento e poi al telefono. Come ho detto prima mancano quattro o cinque giovani per completare la rosa e avere un doppione in ogni ruolo. Lavoro con quello che dà la società e sinceramente non spreco energie nel chiedere altro, penso solo al campo e al materiale a disposizione».

Corradi, Nicco, Sylla e Borri: quattro opportunità o quattro esuberi?
«La società mi ha detto che sono tesserati per il Piacenza Calcio e quindi si allenano come tutti i giocatori. Devo dire che ho trovato grande partecipazione, sacrificio, serietà ed educazione da parte di tutti».

Corradi però potrebbe essere il famoso “regalino”.
«Il giocatore non lo scopro certamente io. Ha tonnellate di qualità ed esperienza da vendere. Se vorrà rimanere con noi ne sarò felicissimo, se deciderà di andare via gli farò l’in bocca al lupo».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - I primi giorni di Vincenzo Manzo: «Strutture al top e ottimo gruppo. Corradi? Se rimane sono contento»

SportPiacenza è in caricamento