menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Trongone

Foto Trongone

Piacenza - I pagelloni di fine stagione. Scazzola il vero mago, Corbari e Gonzi super, Lamesta è una sorpresa

Marchi e Tafa hanno sistemato la difesa che è passata da "colabrodo" a punto di forza. Palma è stato il vero cervello della squadra, Cesarini il trascinatore dell'ultimo mese. Galazzi è andato in calando, bella annata per Visconti. Pedone punto d'equilibrio del 3-5-2

vitto sportpiacenza2Domenica serpeggiava un filo di rammarico, in fondo il Piacenza è arrivato a soli 3 punti dalla zona playoff. Bisogna tuttavia accontentarsi, la salvezza raggiunta è già di per sé un vero miracolo, a parlare sono i numeri: Scazzola ha centrato 31 punti su 18 partite, una media che, virtualmente, posizionerebbe il Piacenza al terzo posto se mantenuta per tutta la stagione.
Chiaro che il rammarico ci sia perché la scelta di non disputarli nella passata stagione rimane una macchia nella storia centenaria del club, farli quest’anno avrebbe suonato come una sorta di riscatto, ma va bene così, inutile rivangare il passato. Il mancato accesso alla griglia spareggi non intacca minimamente il percorso straordinario negli ultimi tre mesi e i nostri classici pagelloni di fine stagione sono tutti (o quasi) positivi. Chiaramente ci siamo concentrati sulla squadra che ha giocato il girone di ritorno.

PORTIERI

Libertazzi 7: ha pagato spesso le numerose sollecitazioni provocate da una pessima fase difensiva, tuttavia tra i pali - a parte un paio di errori - ha dimostrato una grande sicurezza sfoderando parate davvero eccellenti, tant’è che più di una volta abbiamo titolato “San Libertazzi”. Nel momento clou della stagione ha patito prima un infortunio e poi il fatto di dover far spazio a Stucchi per lo schieramento degli under.

Stucchi 6.5: accantonato nei primi mesi di campionato, quasi messo in un angolo, il giovane classe 2000 è stato improvvisamente tolto dalla naftalina e gettato nella mischia nel momento decisivo. Si è comportato molto bene, sorretto da una difesa totalmente ridisegnata da Scazzola, tanto brava da non chiamarlo quasi mai in causa. A parte qualche incertezza si è disimpegnato bene e può rappresentare il futuro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento