rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Piacenza Calcio

Piacenza - I pagelloni della prima metà di stagione. Avvio pessimo, poi la squadra è pian piano migliorata

La media generale è comunque insufficiente perché il penultimo posto con cui si chiude il 2022 non può essere considerato soddisfacente, come le sole tre vittorie in venti gare. La difesa rimane il punto debole (36 i gol subiti finora) mentre al centrocampo manca intensità. Si salva l'attacco

Rinaldi 6+: il giovane portiere 2002 si è pian piano conquistato il posto da titolare a suon di buone prestazioni. Reattivo tra i pali, spesso ha evitato passivi più pesanti. Solo un paio di giri a “vuoto” che ci possono stare in un campionato così difficile per tutta la squadra

Tintori 6: richiamato in extremis lungo l’estate a causa dell’infortunio di Anatrella, è partito come titolare dopodiché, complice il gioco degli under, un paio di noie muscolari e qualche sbavatura di troppo, ha lasciato il posto a Rinaldi. Nel complesso rimane un campionato di andata sufficiente.

Rizza 6: per quanto visto nelle ultime uscite probabilmente meriterebbe mezzo voto in più, perché con il suo ingresso la squadra ne ha guadagnato in capacità offensiva a sinistra. E’ in grado di unire una gran velocità a una discreta qualità, ha firmato un gol bellissimo con la Triestina, ma deve ancora migliorare nella fase difensiva. E’ pur vero, tuttavia, che è stato fuori diversi mesi e quella che giudichiamo è solamente una piccola parte della stagione.

Nava 6: stagione difficile perché le brutte noie al ginocchio spesso l’hanno costretto a giocare al 50% delle sue possibilità, rimane comunque imprescindibile per una difesa molto fragile.

Cosenza 5: si è riscattato in parte nel finale del campionato di andata. Il pareggio strappato a Vicenza è merito suo e anche con la Pergolettese ha sfoderato una prova solida. Prima, però, ci sono stati troppi problemi. Spesso in difficoltà quando viene preso in velocità, la colpa di un retroguardia così fragile non è certamente tutta sua però ci aspettavamo di più.

Parisi 5.5: voto viziato dal problema muscolare che l’ha messo fuori causa a inizio novembre, nel momento peggiore di questa prima parte della stagione. E’ il giocatore di cui il Piacenza ha patito più l’assenza e al momento è lontano parente dell’esterno ammirato nella passata stagione.

Capoferri 5: cercato fortemente e voluto a tutti i costi nel corso dell’estate era senza dubbio il “pezzo” che avrebbe risolto molti problemi lì a sinistra. E’ affondato insieme a tutta la retroguardia, spesso ha commesso errori banali e solo in questa secondo parte del girone di andata è un pizzico migliorato. Da lui ci aspettiamo molto (molto) di più.

Masetti 5.5: sconta anche lui, come tutti i compagni di reparto, il fatto che in fondo il Piacenza ha la seconda peggior difesa di tutta la Serie C nel suo complesso (36 reti subite in 20 gare, peggio ha fatto solo la Turris con 37). Qui, come per gli altri, le colpe non sono solo di un giocatore e mezzo punto in più lo diamo per la giovane età (è un 2001) e per il fatto che, nei momenti di difficoltà, è comunque stato intelligente a non strafare.

Frosinini 5.5: garantisce tanta corsa e quantità lì a destra, alcune prove sono anche state positive però deve dare di più in fase di spinta e di qualità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - I pagelloni della prima metà di stagione. Avvio pessimo, poi la squadra è pian piano migliorata

SportPiacenza è in caricamento