Questo sito contribuisce all'audience di

«Amicizia e Piacenza Calcio», il Gruppo Placentia festeggia i 25 anni. FOTO

Festa venerdì sera a L'Altro Village per lo storico gruppo di tifosi della Gradinata nato nel 1992 in via Roma, alla Pasticceria Piccoli

Foto di gruppo per i fondatori del Placentia

Qualche capello bianco in più, un valore centrale con l’amicizia e una passione che ha fatto da collante per 25 anni: il Piacenza Calcio. Venerdì sera, nei locali de L’Altro Village, lo storico gruppo di gradinata, il Placentia, ha festeggiato i 25 anni e a dir la verità non sono tanti i gruppi di tifosi che possono dire di aver tagliato questo traguardo ma loro guardano sempre avanti.
I volti onestamente sono tutti conosciutissimi per chi, come noi, segue le vicende del club biancorosso quotidianamente e per non farsi mancare nulla - oltre ad alcuni esponenti del tifo piacentino - intorno alle 21 fa capolino anche il presidente onorario Stefano Gatti, ospite speciale della serata insieme alla sua compagna Paola.
«La nostra storia? Riassumerla così su due piedi non è facile - spiega ridendo uno dei fondatori, Davide Battistotti, che oggi è consigliere del Piacenza Calcio - ma possiamo dire che 25 anni fa c’era questo gruppo di ragazzi che si incontrava sempre alle partite del Piace al Galleana, in trasferta e durante la settimana ci si vedeva alla palestra Le Club. Da lì ci siamo detti: perché non fondiamo un gruppo? E così, nel 1992, fu fondato il Placentia alla Pasticceria Piccoli di via Roma, un gruppo attivo in Gradinata con il nostro striscione presente in casa e la “pezza” in trasferta». Alla serata sono presenti 24 persone, ma il Placentia negli anni d’oro della Serie A ha vissuto momenti importanti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Il massimo splendore come per molti è coinciso con gli anni ’90 cioè quelli della Serie A - ci dice Pietro Rebecchi, attore piacentino nella compagnia teatrale Famiglia Piasenteina e meglio noto come “il Pedar” - in quel periodo siamo arrivati ad avere anche 250 tesserati ed erano numeri davvero importanti. In alcune trasferte siamo partiti con 5 o 6 pullman».
Tutti compresi in una forbice che va dal ’65 al ’70 il gruppo nonostante ciò è ancora attivo. Per i 25 anni hanno fatto fare le polo celebrative ma soprattutto, inossidabili, sono ancora lì al loro posto sui grigi scaloni del Garilli.
«Non ci sono trucchi - conclude Battistotti - siamo ancora qui per due fattori, l’amicizia che ci lega e il Piacenza Calcio. L’amicizia dentro il Piace o il Piace dentro l’amicizia, fate voi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Nuovo Dpcm, c'è l'incognita degli allenamenti nei Dilettanti. Nei professionisti tornano gli stadi chiusi

  • Calcio Dilettanti - Con il nuovo Dpcm allenamenti di squadra consentiti solo in forma individuale

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Vigolo e Bobbiese: pari nel derby. Ziano e Gragnano in vetta

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Lecco-Piacenza 2-4: un super Corradi lancia i biancorossi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento